Il depuratore di Thiene
Il depuratore di Thiene

Thiene, quattro mesi di lavori al depuratore di via Santo

Thiene – Sono iniziati da qualche giorno, a Thiene, i lavori per la realizzazione di un nuovo collettore a servizio del depuratore di via Santo, con il quale si andrà a completare il sistema fognario consortile dell’area ad est della città. Le operazioni per il collegamento d’ingresso all’impianto “Astico”, dedicato ai reflui provenienti dal comprensorio dei comuni ad est di Thiene (Sarcedo, Breganze, Zugliano, Fara, Lugo, Calvene e Salcedo) dureranno quattro mesi.

Nel dettaglio l’opera, per la realizzazione della quale Alto Vicentino Servizi, Avs, investirà oltre un milione di euro, prevede la posa di circa un chilometro di nuove condotte e l’eliminazione dell’impianto di sollevamento Cà Ghellina. Si tratta di un intervento che, una volta concluso, garantirà, per prima cosa, ai cittadini e al territorio benefici diretti in termini di efficienza e di difesa idraulica, e, in seconda battuta, anche un risparmio significativo a livello energetico per il gestore.

“I lavori – precisa una nota diramata in proposito dall’azienda Avs – porteranno alla rettifica dell’ultima parte del collettore di “gronda est”: il nuovo collegamento si innesterà nell’attuale collettore nell’area di via dell’Aeroporto, e da qui correrà lungo la campagna e la provinciale 349 per unirsi alla condotta esistente nei pressi dell’autostrada e arrivare quindi all’impianto di depurazione. Le condotte, completamente interrate, si svilupperanno per oltre un chilometro e avranno un diametro di un metro. Il nuovo percorso permetterà di eliminare la necessità di ricorrere all’impianto di sollevamento Cà Ghellina, dispendioso in termini energetici. L’intervento sarà completato dall’adeguamento del sistema di sollevamento iniziale dell’impianto di depurazione Santo: un ammodernamento che porterà a un aumento della capacità del sistema in linea con il nuovo carico idraulico”.

“Un sistema fognario più efficiente, una maggiore tutela ambientale e una migliore prevenzione dal rischio di esondazioni. Sono questi – ha sottolineato il presidente di Avs, Giovanni Cattelan – i vantaggi diretti e concreti dell’intervento che stiamo realizzando. Questo progetto è un tassello del più ampio impegno che stiamo mettendo in campo per assicurare al territorio un servizio sempre più efficiente. Un impegno in cui, per l’area dell’Astico, si inserisce il fondamentale progetto di aggiornamento tecnologico e ampliamento previsto per l’impianto di depurazione di Thiene”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *