Breaking News

Tav, Variati: “Salirà la qualità della vita a Vicenza”

Vicenza – “Questo progetto aumenterà la qualità della vita della città. Farà bene a Vicenza”. Sono le parole con cui il sindaco di Vicenza, Achille Variati, ha presentato oggi, nei dettagli e di fronte ad un plastico dettagliato, il progetto per il passaggio dalla nostra città dell’alta velocità alta capacità ferroviaria. Assieme a Variati c’erano anche l’amministratore delegato e direttore generale di Rete ferroviaria italiana, Maurizio Gentile e l’assessore alla progettazione e sostenibilità urbana Antonio Dalla Pozza.

“Accanto al pur importante risultato di far passare i treni veloci per un capoluogo come Vicenza – ha detto il sindaco – questo progetto centra una serie di altri obiettivi, dal recupero di suolo alla promozione della mobilità pedonale e ciclabile, dalla valorizzazione della linea ferroviaria metropolitana all’opportunità di trasformare l’intero sistema del trasporto pubblico locale partendo dalla realizzazione del filobus elettrico”.

“La nostra – ha aggiunto Variati – è una città storica delicata, ma è anche una città moderna che deve fare i conti con il problema dell’inquinamento atmosferico. Questo progetto innovativo, che fa dell’intermodalità il suo punto di forza, contribuirà a combattere le polveri sottili in modo decisivo. Mai avremmo potuto aspirare a tali infrastrutture, e spero che il mio successore raccolga il testimone del processo che abbiamo avviato”.

“Il progetto di attraversamento di Vicenza – ha detto da parte sua Gentile – è la dimostrazione che la collaborazione con il territorio e gli enti locali può portare a esperienze molto positive. L’intervento presentato oggi renderà la stazione di Vicenza un vero e proprio hub intermodale, punto di scambio tra le diverse modalità, al servizio dei viaggiatori e dei cittadini. Il progetto recupera inoltre spazi e luoghi da restituire alla città, connessi tra loro da nuovi percorsi ciclopedonali e viari. Il tutto mettendo le stazioni al centro dell’esperienza di mobilità, recuperandole e assegnando loro un nuovo ruolo”.

L’intervento dell’amministratore delgato di Rfi è stato preceduto dalla presentazione delle linee generali del progetto preliminare relativo al tratto dal bivio Vicenza fino alla stazione di viale Roma, a cura di Daniela Lezzi, direttore di Investimenti progetti alta velocità, di Rete ferroviaria italiana. L’architetto Elio Marino, responsabile di Architettura, stazioni e territorio, di Italferr, ha quindi illustrato nel dettaglio le trasformazioni previste nel tratto tra il quartiere dei Ferrovieri e la stazione di viale Roma, rappresentate nel grande plastico che resterà esposto al forum center di piazza dei Signori.

L’architetto, sottolineando come il progetto coniughi la visione trasportistica con quelle urbanistica e paesaggistica, ha evidenziato tra l’altro la realizzazione di un ininterrotto percorso ciclopedonale che si snoda attraverso un nuovo parco urbano ricavato su aree ferroviarie dismesse, la realizzazione di parcheggi esclusivamente sotterranei per le auto private che arrivano in stazione, il terminal e i servizi del trasporto pubblico locale integrati nel nuovo hub, la nuova piazza che si apre in superficie per viaggiatori e cittadini, diventando nuova porta della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *