Tav a Vicenza, Ferrarin (M5S): Progetto obsoleto”

Sul passaggio da Vicenza dell’alta velocità ferroviaria, riceviamo e pubblichiamo l’intervento che segue di Daniele Ferrarin, consigliere comunale del capoluogo per il Movimento Cinque Stelle

*****

Vicenza – Il 26 ottobre il Ministero dell’Ambient ha comunicato al Comune di Vicenza che la società Sfi (Società Ferroviaria Italiana) ha presentato istanza per lo svolgimento della procedura Via (Valutazione di impatto ambientale) del Progetto preliminare dell’intervento Attraversamento di Vicenza – Secondo lotto funzionale della tratta Av/Ac Verona-Padova. La procedura iniziata è sotto attenta valutazione da parte del Movimento Cinque Stelle di Vicenza, che conferma la propria contrarietà all’opera proposta, data la sua inutilità.

Dopo la Pedemontana Veneta e la Valdastico Nord si vuole proseguire sulla strada delle definite “Grandi Opere” che noi del M5S derubrichiamo in “Grandi Affari”, affari a discapito della tutela e corretta conservazione dell’ambiente e di uno sviluppo sostenibile. La Tav/Ac è un vecchio progetto obsoleto che serve solo a soddisfare poche persone “interessate” e nel contempo a pesare sui cittadini in termini economico-ambientali e nella qualità della loro vita.

La sua utilità è in discussione a vari livelli tecnici e politici in ambito europeo. Allo stato attuale non vi sono certezze di finanziamento e risorse per il completamento della chiamata “opera”. L’importante per i suoi sostenitori è proseguire in questo disegno di distruzione del territorio già compromesso dalla dilagante urbanizzazione. In questa fase preliminare comunque è necessario che i cittadini, non solo quelli coinvolti da espropri, seguano attentamente questa fase propedeutica e le scadenze di legge.

La scadenza per le osservazioni è fissata per il 25 novembre prossimo ed è necessario un particolare impegno da parte di tutti i soggetti interessati. Il Movimento Cinque Stelle si impegna a sostenere quanti cittadini, associazioni, comitati per la difesa dell’ambiente ecc. si battono per ostacolare un disegno questo sì “eversivo” nei confronti del territorio in generale e in questo caso quello vicentino.

Daniele Ferrarin – Portavoce , consigliere comunale M5S Vicenza

Un commento

  1. Ma nel programma del Movimento 5 stelle sulla base del quale è stato eletto Ferrarin, non c’era l’approvazione del ben più devastante dal punto di vista ambientale progetto delle Tangenziali Venete?!?
    Forse su quel tema non c’era da cavalcare alcun movimento di protesta per avere voti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *