Breaking News

Referendum, Forza Italia: “Grazie a noi, il risultato”

Venezia – “Da quando sono assessore regionale ho assistito, per certi versi impotente, alla sperequazione nella gestione delle risorse, nella possibilità di agire tra le Regioni italiane. Il Veneto è sempre stato maltrattato rispetto a Sicilia, Trentino, Campania e Alto Adige. Da oggi potremo avere la possibilità di rimettere un po’ di giustizia”. A parlare così è l’assessore all’istruzione, alla formazione e al lavoro della Regione del Veneto, Elena Donazzan, commentando l’esito positivo del referendum consultivo per l’autonomia del Veneto.

“Diciamo alle Regioni – continua Donazzan -, che hanno avuto in questi anni trattamenti di privilegio o di benevolenza anche quando dimostravano di non saper ben amministrare, che vogliamo più autonomia perché vogliamo più responsabilità per tutti. Questo è solo il primo passo. Ora il governo non potrà non ascoltarci e dovrà necessariamente accogliere le nostre istanze. Se i Veneti hanno potuto esprimersi è grazie a Forza Italia che ha proposto un quesito ragionevole e una legge che ha retto l’impugnativa alla Corte Costituzionale: un fatto storico, tutte le precedenti leggi e richieste di referendum vennero bocciate. Questo è un gran risultato”

Sulla stessa lunghezza d’onda è anche un altro importante esponente veneto di Forza Italia, Elisabetta Gardini, capogruppo di questo partito al Parlamento Europeo. “Ora – dice – le posizioni sono chiare e nessuno potrà più voltarsi dall’altra parte. Il governo dovrà assecondare le istanze dei cittadini che chiedono meno sprechi, meno tasse, meno burocrazia e una pubblica amministrazione più efficiente, che metta al centro la persona e l’impresa. Forza Italia è da sempre schierata per la sussidiarietà e per un modello veneto incentrato sulla responsabilità. Questo modello ora diventi esempio per tutto il paese”.

Da segnalare infine che, nelle conclusioni degli Stati generali del Veneto di Forza Italia, il capogruppo alla Camera dei deputati, Renato Brunetta, ha assicurato che l’impegno di lavorare per maggiori margini di autonomia sarà parte del programma di governo del centrodestra e dell’asse Forza Italia-Lega Nord. C’è una questione settentrionale che non può più essere ignorata, si sottolinea in Forza Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *