Quel vicesindaco ultrà che offende i veronesi

Montecchio Maggiore – Va bene il tifo, e passi pure una certa goliardia magari anche un po’ sopra le righe, ma per favore lo si faccia sempre entro i dovuti limiti. Specialmente se si è personaggi pubblici, se si amministra un territorio. Eppure ci si lascia prendere la mano talvolta, come sembra essere capitato al vicesindaco di Montecchio Maggiore, Gianluca Peripoli, del quale non sono passate inosservate alcune frasi postate su Facebook poco dopo la partita Verona-Inter, prima di essere modificate dopo l’indignazione degli utenti. “Inter Magica, Verona merda… Bastardi veronesi” si leggeva….

A notarle e denunciarne l’inopportunità (per usare un eufemismo) è stata Forza Nuova Vicenza, che oggi interviene con una nota in cui chiede “le immediate dimissioni di Peripoli, vice sindaco di Montecchio Maggiore e, cosa ancor più significativa,  assessore con delega allo sport. Chiediamo – scrivono gli attivisti della destra – un intervento del sindaco e l’immediata rimozione di una persona che, con la pessima uscita di ieri sera, ha dimostrato di non conoscere affatto i valori dello sport, venendo meno al suo ruolo istituzionale e infangando l’immagine di Montecchio Maggiore, da sempre città civile e profondamente sportiva”.

“Quanto accaduto – ha aggiunto Daniele Beschin, segretario provinciale di Forza Nuova, – non può e non deve passare inosservato, perché dovrebbe essere proprio il mondo politico a dare l’esempio. Peripoli è libero di tifare chi vuole, non è libero di usare determinata terminologia per giustificare una goliardia che non sta nè in cielo nè in terra, alimentando inutili contrapposizioni calcistiche e sportive. La retromarcia del vicesindaco non può in alcun modo riparare ad un post pieno d’odio. Invitiamo tutto il mondo sportivo e politico di Montecchio a dissociarsi, chiedendo l’immediata rimozione dell’attuale vice sindaco, e presentando scuse ufficiali alla città di Verona”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *