Piovene, Vittorio Feltri apre la stagione culturale

Piovene Rocchette – “La stagione culturale 2017/2018 del Comune di Piovene Rocchette propone eventi nei quali le arti performative si intrecciano, offrendo agli spettatori spunti per riflettere sull’umano bisogno di erudirsi e sull’importanza del sapere. La nuova programmazione, infatti, rappresenta la nostra volontà di premiare il coraggio di chi, lavorando e investendo parte della propria vita nella ricerca dell’originalità, crea esperienze culturali in grado di trasmettere e suscitare emozioni”.

Sono parole dell’assessore alla cultura del Comune di Piovene Rocchette Gastone Bortoloso, con le quali ha presentato le iniziative in ambito culturale programmate a Piovene per i prossimi mesi. Un stagione stimolante e ricca di proposte, che comprende il cinema, il teatro, la musica, le conferenze di approfondimento sui grandi temi dell’attualità. Per quanto riguarda il cinema, la rassegna è intitolata “Il cineforum di Humphrey” ed è realizzata in collaborazione con il Gallio Film Festival. A partire dal 20 ottobre proporrà pellicole che incontrano i gusti di tutti gli appassionati cinefili.

Da segnalare anche gli incontri con personaggi di spicco, tra i quali giornalisti e scrittori come Vittorio Feltri, Michele Marziani, Francesco Giavazzi e Giorgio Barbieri, che racconteranno l’evoluzione dell’informazione tra web e carta stampata, ma analizzeranno anche la burocrazia sotto punti di vista storici e attuali. Si inizia proprio con Vittorio Feltri, l’11 ottobre, in un dibattito che verterà sul ruolo dell’informazione nei nuovi contesti web e social , a confronto con carta stampata e televisione, andando a mettere a fuoco i diversi aspetti correlati, quali i contenuti, lo stile, il linguaggio, la multimedialità, i livelli di approfondimento, la professionalità, l’autorevolezza, gli elementi economici e la libertà.

Tra le novità di quest’anno, meritano poi una speciale menzione le tre serate del 13, 20 e 27 gennaio 2018, create in collaborazione con Palazzo Chiericati e denominate “Architetture. Bach legge la pittura Veneta: due architetti a confronto”, che abbinando musica, arte e architettura, valorizzeranno non solo il genio di Johann Sebastian Bach, grazie alle esecuzioni dei violoncellisti solisti Giovanni Genovese, Annalisa Petrella e Francesca Genovese, ma anche le architetture di Palazzo Chiericati e dei suoi straordinari dipinti, illustrati da Giovanni Carlo Federico Villa, studioso di pittura veneta del rinascimento e direttore scientifico della pinacoteca di Palazzo Chiericati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *