Breaking News

Pfas, lavoro in sinergia tra comuni e gestori

Noventa Vicentina – Incontro nei giorni scorsi, a Noventa Vicentina, tra i sindaci dei comuni interessati dall’inquinamento da Pfas e i vertici dei gestori idrici, Centro veneto servizi ed Acque vicentine. Lo scopo era quello di chiarire le linee programmatiche che si intendono adottare affinché la popolazione possa essere certa di avere sempre un’acqua non contaminata. Da qualche settimana infatti, nei 21 comuni interessati dall’inquinamento, l’acqua che esce dal rubinetto ha raggiunto un livello di Pfas pari a zero.

Il risultato, come si sa, è il frutto di un miglioramento del sistema di filtraggio dell’acqua, dopo che la Regione Veneto ha fissato nuovi e più restrittivi limiti per la presenza di Pfas nell’acqua potabile. E il primo obbiettivo dei sindaci, riuniti nel del Coordinamento dei comuni contro l’inquinamento da Pfas, è quello di mantenere questa situazione di “acqua pulita” fino a quando non saranno disponibili altre fonti di approvvigionamento idrico. Un secondo obiettivo, altrettanto importante, è quello di fornire acqua a zero Pfas anche ai comuni che ricadono nella cosiddetta “zona gialla”.

Centro veneto servizi ha assicurato che “si sta lavorando nell’ottica di abbattere i Pfas presenti nell’acqua per tutti i comuni serviti, siano essi situati in zona rossa oppure no, anche se per il momento è stata data precedenza ai primi. Nel breve periodo – hanno aggiunti i responsabili di Csv – è stato pianificato ed approvato, il 24 ottobre scorso, un intervento per il pozzo di Via Borgomale ad Orgiano, che contribuisce, assieme alla condotta proveniente dalla centrale di Madonna di Lonigo, a rifornire i paesi limitrofi”.

L’intervento prevede l’installazione di filtri a sabbia ed a carboni attivi, con un impegno di spesa pari a 600 mila euro. I lavori inizieranno nel 2018. E’ stato anche presentato, ed approvato in Regione, un progetto per costruzione di una condotta che da Ponso andrebbe ad alimentare la vasca di accumulo di Montagnana. Acque vicentine, ha inoltre in programma, la costruzione di una nuova condotta proveniente da Vicenza che servirà i comuni di Sossano, Campiglia e Agugliaro, che sarà realizzata nel giro di 2 o 3 anni. I gestori idrici stanno lavorando in sinergia con le amministrazioni per raggiungere i migliori risultati possibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *