Breaking News
Le Mamme No Pfas assieme al ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti
Le Mamme No Pfas assieme al ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti

Mamme No Pfas ricevute dal ministro Galletti

Roma – Una delegazione del gruppo di Mamme NoPfas – genitori attivi zona rossa accompagnati dall’avvocato Bortolotto, di Medicina Democratica e da un tecnico, Loretta Cadaldini, ha incontrato ieri pomeriggio il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per parlare del problema dell’inquinamento da Pfas sul nostro territorio. Con il ministro c’erano anche la dottoressa Checcucci, direttore generale Salvaguardia territorio e acque e l’ingegner Gigliani, dirigente della Divisione risorse idriche.

Sono stati discussi parecchi ed importanti argomenti, tra i quali la necessità di abbassare i limiti di legge sulla presenza di Pfas nell’acqua, i controlli sulle aziende, la bonifica del sito Miteni con supervisione dei tecnici competenti dell’Ispra, la questione dello sversamento del collettore Arica nel torrente Fratta Gorzone. Il comitato di cittadini ha anche chiesto che sia riconosciuto lo Stato di Emergenza e sottolineato come sia state compromessa la salute della popolazione.

Posto anche l’accento sui comparti zootecnico e agricolo, ormai anch’essi a rischio, sulla contaminazione delle matrici alimentari e sul danno economico che hanno i cittadini per i costi in bolletta della depurazione dell’acqua.

“Abbiamo trovato un clima di ascolto e di dialogo costruttivo – hanno commentato i rappresentanti di Mamme NoPfas – caratterizzato da franca schiettezza. Abbiamo appurato che dalla Regione sono state inviate in data 23 settembre 2017 solo idee progettuali allo stato non finanziabili (che abbiamo potuto visionare) prive di piano finanziario. Ringraziamo la senatrice Puppato e l’onorevole Rotta per aver agevolato l’incontro al Ministero e l’ospitalità presso il Senato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *