Breaking News

Logistica in sciopero generale a fine mese

Vicenza – Si fa ogni giorno più calda vertenza che riguarda, ormai da tempo, il mondo della logistica, i cui addetti incroceranno le braccia per uno sciopero generale nei giorni 30 e 31 ottobre. Riguarda i lavoratori dei magazzini, del trasporto merci e delle spedizioni, che protestano per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro, scaduto ormai da due anni. Il 27 ottobre lo sciopero riguarderà i lavoratori delle aziende che svolgono attività strumentali ai servizi essenziali, soggetti alla regolamentazione di cui alla legge 146/90.

“In sede di rinnovo contrattuale – spiegano i sindacati – le aziende chiedono più precarietà, libertà di licenziamento, lavoro a chiamata, riduzione delle indennità di trasferta, eliminazione della responsabilità solidale nei cambi di appalto, aumento dell’orario di lavoro, e di non aumentare gli stipendi. Dall’altra parte, i lavoratori chiedono invece un unico contratto nazionale di settore, che sia in grado di  garantire i giusti aumenti salariali e i valori della trasferta per gli autisti, oltre a regole chiare e diritti precisi  per i lavoratori al passo con i grandi cambiamenti in atto nel mondo del lavoro (e-commerce), che siano in grado di garantire una maggiore legalità e la cessazione dello sfruttamento dei lavoratori soprattutto nei cambi di appalto”.

Per tutti questi motivi le organizzazioni sindacali nazionali Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti hanno indetto questo sciopero unitario. In Veneto, nei due giorni di sciopero sono stati organizzati alcuni presidi in luoghi strategici per il settore, quali il porto di Venezia, l’Interporto di Padova e l’Interporto di Verona. Per quanto riguarda la nostra città,  è stato organizzato per il 30 ottobre, dalle 6 alle 10, un presidio a Vicenza Ovest, in zona Fiera, alla rotatoria tra viale della Scienza, viale del Lavoro e viale degli Scaligeri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *