Inquinamento, a Vicenza scatta il blocco traffico

Vicenza – Come anticipato nei giorni scorsi, a Vicenza, da lunedì 16 ottobre, scatterà il blocco invernale per i veicoli più inquinanti, che rimarrà in vigore fino al 15 aprile 2018. Un provvedimento che, in pratica, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18 (festivi esclusi), vieterà ai mezzi classificati Euro 0 ed Euro 1 (a benzina e a gasolio), di circolare nella zona rossa, corrispondente al centro storico, e nella zona gialla. La zona rossa, inoltre, sarà vietata anche agli Euro 2 a gasolio.

Inoltre, appena sarà adeguata la segnaletica stradale, il che dovrebbe avvenire entro 15 giorni, anche gli euro 2 diesel non potranno circolare nella zona più periferica. Per conoscere tutte le limitazioni che saranno attivate, si può visitare questa pagina. In caso di peggioramento della situazione atmosferica, sarà attivato un nuovo provvedimento per ulteriori restrizioni alla circolazione per i veicoli a gasolio classificati Euro 3 per la zona rossa e gialla.

“Per chi non rispetta le limitazioni alla circolazione – chiarisce una nota di Palazzo Trissino – è prevista una multa di importo variabile tra i 163 e i 658 euro e, nel caso di reiterazione della violazione nel biennio, ci sarà una sanzione amministrativa accessoria che prevede la sospensione della patente di guida da 15 a 30 giorni”.

“In tema di inquinamento atmosferico – ha spiegato l’assessore alla progettazione e sostenibilità urbana, Antonio Marco Dalla Pozza – come Comuni capoluogo di Provincia del Veneto ci siamo riuniti a Padova per confrontarci su alcune misure che accelerino la tendenza al ribasso delle concentrazioni inquinanti, per rientrare nei limiti di legge, prevedendo anche la necessaria ed opportuna informativa e condivisione con operatori economici, utenti e consumatori”.

“L’obiettivo che intendiamo perseguire è quello di essere pronti, per l’ottobre 2018, al recepimento integrale dei contenuti del nuovo Accordo di Bacino Padano, sottoscritto tra le Regioni del nord Italia ed il Ministero dell’ambiente dopo l’avvio della procedura di infrazione europea proprio sul tema dell’inquinamento atmosferico, lavorando in modo coordinato tra Comuni e Regione Veneto e coinvolgendo nel corso dei prossimi dodici mesi la cittadinanza, anche attraverso iniziative di sensibilizzazione. In questo senso è stato proposto di condividere tra Comuni capoluogo un Piano delle domeniche ecologiche da programmare e estendere anche ai Comuni delle aree metropolitane”.

“Ricordo – ha concluso Dalla Pozza – che oltre al blocco del traffico nel territorio comunale, lunedì 16  inizierà anche l’accensione degli impianti termici”. Secondo quanto previsto dalla vigente normativa in materia, in questi giorni il Comune darà il via ai controlli sulle caldaie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *