Il Bassano si illude contro il Teramo. Finisce 1-1

Bassano del Grappa – Ha dovuto accontentarsi del pareggio, il Bassano, oggi impegnato allo stadio Mercante contro il Teramo. Un Bassano che ad una ventina di minuti dalla fine della partita si era illuso di mettere in cassa i tre punti ed invece è stato raggiunto, per il definitivo 1-1, proprio in zona Cesarini. E’ stata una partita tutto sommato gradevole, ben giocata, tra due formazione che si sono confrontate a viso aperto e determinate a vincere.

Sono stati gli ospiti a cominciare subito con ritmi alti e protesi in attacco. Già al primo minuto gli abruzzesi riescono ad rendersi pericolosi, con Graziano, che si libera in area e tira. Il portiere veneto però è attento e vanifica l’occasione, in effetti abbastanza clamorosa, capitata sui piedi dell’attaccante. La Virtus non sta a guardare e ci prova qualche minuto dopo con Bianchi, dalla distanza, ma il pallone si spegne a lato. Ancora Graziano, al 7’ , fa sperare il Teramo, ma anche il suo colpo di testa è fuori dallo specchio della porta.

Dopo quest’inizio scoppiettante i ritmi calano un po’, specialmente in casa Bassano. Fino a metà del primo tempo l’iniziativa è presa soprattuto dagli ospiti, ed i giallorossi in questi minuti si limitano per lo più a contenere l’avversario. Poi si rivede il Bassano, al 21’ ad esempio, con una bella punizione diretta verso l’incrocio dei pali, battuta da Minesso, con l’altrettanto bella risposta di Calore che devia in angolo. C’è comunque un sostanziale equilibrio tra le due squadre, e la prima frazione di gioco, combattuta e spettacolare, finisce a reti inviolate.

Nella ripresa il copione non cambia molto, sebbene sia ancora il Teramo a rendersi più spesso pericoloso. Al 56’ il portiere giallorosso si supera, e forse salva il risultato per il Bassano, bloccando in due tempi un tiro ravvicinato di Barbuti. E’ ancora Teramo poco dopo, al 69’, quando Foggia tenta il numero in acrobazia servito molto bene da Di Grazia. La palla va alta di poco. Passano però cinque minuti e arriva la doccia fredda per gli abruzzesi: Fabbro viene servito benissimo, in piena area di rigore avversaria, da un lancio di Laurenti, e la sua zampata va a segno. E’ il 73’ ed il Bassano è in vantaggio.

I teramani a questo punto reagiscono con rabbia e si distendono in avanti alla ricerca del pareggio. Il Bassano crede di riuscire a resistere per una decina di minuti, o poco più, ma alla fine non sarà così. Prima gli ospiti sfiorano il pareggio con Bacio Terracino, che si libera in area ma viene anticipato da un difensore. Poi, due minuti dopo, vanno a segno, con Foggia che trova la deviazione giusta in una mischia in area bassanese. E’ il 95’, e dopo qualche istante l’arbitro fischia la fine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *