Breaking News

Donne minacciate. Due episodi nel vicentino

Lusiana – Minaccia la moglie di morte e fugge armato, ma i carabinieri di Lusiana lo rintracciano presto. Ora è ricoverato in psichiatria. E’ successo qualche giorno fa, il primo ottobre, questo episodio di violenza familiare che ha scosso la tranquilla comunità dell’Altopiano. Protagonista un 54enne di Lusiana, R.P. , che verso l’ora di pranzo ha minacciato la moglie puntandole al petto un coltello dimostrando intenti violenti, per poi lasciare l’abitazione a bordo della sua auto. Un telefonata al 112 di una vicina di casa che aveva capito cosa succedeva ha subito fatto giungere sul posto i carabinieri.

Il racconto della moglie, in stato di shock, ha fatto capire ai militari che l’uomo, in quel momento, stava vagando per la zona in stato confusionale, che era da tempo depresso, e che dovrebbe anche avere una pistola con sé. La situazione dunque è pericolosa e si eleva lo stato di allerta, tanto che vengono inviati altri due equipaggi, dalla Radiomobile e dalla stazione di Nove, per le immediate ricerche del soggetto. Le ricerche danno presto dei frutti e, intorno alle 15.30, grazie alla conoscenza dei luoghi, i carabinieri di Lusiana rintracciano l’auto, in Vitarolo all’esterno della trattoria Al Colonnello, entrano e bloccano l’uomo.

Nell’auto i militari trovano subito un revolver carico e funzionante, un coltello ed una corda annodata a forma di cappio. R.P comunque non vuole parlare, a tratti è aggressivo ed usa un linguaggio sconnesso, cosa che porta i Carabinieri a richiedere l’intervento di un’ambulanza per il trasporto presso il reparto di psichiatria dell’ospedale di Bassano, dove l’uomo è tuttora ricoverato. In casa invece sono state trovare e sequestrate, cautelativamente, diverse baionette del primo conflitto mondiale ed una carabina ad aria compressa.

Un episodio abbastanza simile è poi successo nella tarda serata di ieri, a Foza, dove i carabinieri della stazione di Asiago, hanno arrestato in flagranza, per atti persecutori e violenza privata, un 45enne asiaghese, F.C., operaio, separato dalla moglie. Ebbene, l’uomo verso le 21.30, ha incrociato in auto, via Roma, la vettura della moglie. L’ha bloccata ed è cominciata una violenta discussione sulla situazione familiare dei due.

Il diverbio è presto sfociato in minacce l’uomo ha rivolto un coltello ferso la donna, che è a quel punto fuggita, rifugiandosi in casa di alcuni parenti, proprio in Via Roma. Quest’ultimi, dopo aver allertato il 112, sono riusciti anche a disarmare l’uomo, che si è allontanato ma è stato bloccato poco dopo dai carabinieri ed arrestato. Ora è in una camera di sicurezza della Compagnia di Thiene, in attesa del rito direttissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *