Bassano pigliatutto. Vince 1-0 con l’Albinoleffe

Bassano del Grappa – Importante vittoria per il Bassano, quest’oggi allo stadio Mercante. La Virtus ha infatti superato l’Albinoleffe per 1-0, nel sesto turno del girone B della Serie C, in una partita che è stata segnata dalle espulsioni, con l’Albinoleffe che l’ha conclusa addirittura in nove uomini. Un match che ha visto un primo tempo decisamente noioso, terminato sullo 0-0, e in generale una situazione che non sembrava volersi sbloccare neanche nel secondo tempo. Questo fino al 65’, quando invece è arrivato il gol dei giallorossi che ha messo fine alle ambizioni dei lombardi.

Ma dicevamo delle espulsioni: nel primo tempo c’è una espulsione per parte, in un singolo episodio avvenuto al 36’. A guadagnare lo spogliatoio dopo poco più di mezz’ora di gioco sono stati Gavazzi, nell’Albinoleffe, e Venitucci, nel Bassano, per uno scambio di falli in area di rigore. La partita è nervosa comunque, e l’arbitro estrae il cartellino giallo più volte. Non c’è molto altro da segnalare nella prima frazione di gioco, salvo un paio di tentativi, uno per parte (Gonzi e Diop), di far centro dalla lunga distanza, senza esito però, ed entrambi nei minuti di recupero.

Nel secondo tempo l’andamento del match sembra cambiare di poco, questo però fino al 63’, quando c’è una nuova espulsione nell’Albinoleffe. E’ Scrosta che, già ammonito nel primo tempo per un fallo su Diop, si ripete mettendo giù Minesso senza tanti complimenti, proprio al limite dell’area. L’arbitro tira fuori di nuovo il cartellino ed il difensore dei lombardi va a farsi la doccia anzitempo. Il peggio, per l’Albinoleffe, è che l’attaccante giallorosso batte benissimo la punizione che ne è derivata, e fa centro, mettendo la palla proprio all’incrocio dei pali: 1-0 per il Bassano.

Per quanto riguarda i trenta minuti che rimangono da giocare, scivolano via secondo copione. L’Albinoleffe cerca il pareggio, ma i veneti, anche grazie alla superiorità numerica (10 contro 9), riescono a contenere gli avversari, che comunque si rendono pericolosi in un paio di occasioni con Agnello, una prima volta al 71’ con un tiro dalla distanza e poi a due minuti dalla fine, con una punizione che si spegne a lato. Tre punti importanti dunque per Bassano, ora secondo in classifica, alle spalle del Renate, assieme al Pordenone ed in attesa del risultato di quest’ultimo nel posticipo di domani, contro la Feralpisalò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *