Bassano, il gluten-free a “Incontri senza tossine”

Bassano del Grappa – Tornano, alla libreria La Bassanese, di Bassano del Grappa, gli incontri senza tossine, dedicati alla salute e al benessere. Il prossimo appuntamento è per sabato 14 ottobre, alle 17.30, nella galleria Incontri, ad ingresso libero fino a esaurimento posti. Ospite sarà Anna Villarini, biologa, specialista in Scienza dell’alimentazione e ricercatrice presso il Dipartimento di medicina predittiva e per la prevenzione della fondazione dell’Istituto nazionale dei tumori di Milano. Da anni coordina alcuni studi di intervento alimentare. Collabora, inoltre, come nutrizionista con il “Day Service Ipertensione”, della Medicina cardiovascolare dell’Università di Milano, Fondazione Irccs Ca’ Granda.

Anna Villarini
Anna Villarini

La Villarini presenterà a Bassano il suo ultimo libro, dal titolo ” Sano e buono senza glutine”, appena uscito per i tipi di Sperling & Kupfler. Spiegherà gli effetti  della complessa proteina presente in gran parte dei cereali e non solo. Del resto, l’alimentazione senza glutine sembra essere diventata la ricetta di molti medici e nutrizionisti, e pare aver preso possesso di molti prodotti sugli scaffali di supermercati e negozi specializzati. Ma chi dovrebbe davvero evitare il glutine, o ridurne il consumo? È vero che mangiare senza glutine fa dimagrire? I cibi confezionati privi di glutine sono una scelta sana?

“Tornare a coltivare e consumare antiche specie di frumento – spiega, in risposta una nota della libreria La Bassanese – sembra essere una strada percorribile per le persone affette di celiachia, ed  anche un’ottima strategia di prevenzione. Nei grani antichi, la forza del glutine è circa un terzo rispetto a quella dei grani moderni. I casi di celiachia diagnosticata sono aumentati del 15% negli ultimi due anni e  l’allarme glutine ha fatto nascere la convinzione che questa sostanza sia tossica per tutte le persone, anche quando non è diagnosticata la celiachia o non è presente sensibilità al glutine, quindi molti hanno eliminato in maniera definitiva tutti i cibi che lo possono formare”.

“Durante l’incontro, la ricercatrice ed esperta chiarirà se questa è una scelta giusta, se è vero che oggi sulle nostre tavole arrivano quasi esclusivamente cereali che contengono glutine, cosa è importante sapere per limitarlo o evitarlo del tutto,  rendendo la nostra alimentazione varia e appetitosa. In commercio esistono molti prodotti con la scritta senza glutine, ma nella maggior parte dei casi contengono troppi zuccheri semplici, grassi e conservanti”.

“Il glutine – spiega la Villarini nel suo libro -, l’abbiamo ormai inserito in tutti i pasti della giornata attraverso pane, pasta, dolci, merendine e altro. Se lo vogliamo ridurre o eliminare dobbiamo farlo in maniera intelligente, perché un’alimentazione senza glutine può contenere delle insidie per il nostro benessere. Per questo dobbiamo evitare di farci catturare dalle mode o dalle seduzioni dell’industria alimentare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *