26 punti per Melisa Brcaninovic nel match contro Milano
26 punti per Melisa Brcaninovic nel match contro Milano

Basket, vittoria esterna per la VelcoFin Vicenza

Milano – Secondo successo per la VelcoFin Vicenza, nella seconda giornata del campionato di basket femminile, di serie A2. Ieri pomeriggio, al PalaGiordani di Milano, le biancorosse, costrette a fare a meno di Francesca Pizzolato, in fase recupero dopo un piccolo intervento chirurgico, hanno infatti rifilato una sonora sconfitta, 45-65 è stato il risultato finale, alle lombarde del Ponte casa d’aste Milano.

Sul campo di via Cambini, dopo la palla a due delle 18, è Brcaninovic a muovere il punteggio, al secondo minuto, trasformando un rimbalzo su propria conclusione, preludio alla replica di Ferri in contropiede, per lo 0-4 esterno. Ed è ancora il capitano biancorosso a rintuzzare il 2+1 targato Guarneri. Gli errori si sprecano e la gara sale soprattutto nei toni agonistici: Stoppa rileva Ferri e la conclusione pesante di Federica Destro sancisce il 3-9 a metà parziale, costringendo Il Ponte alla sospensione. Al ritorno in campo dopo il time out, il Sanga continua a non trovare il bandolo della matassa, tanto che alla prima sirena è sotto di 14 punti, 3-17).

Le vicentine continuano a spingere con Brcaninovic e Monaco, 3-22. Dopo dieci minuti di digiuno, le Orange riescono a far avanzare il tabellone, 5-22, ma il divario tra le due compagini si fa sempre più ampio, 7-28. Nella seconda parte del periodo Milano comincia ad ingranare e lima il passivo, anche approfittando di qualche disattenzione di troppo della VelcoFin, 15-28. Nonostante questo, trascinate da Stoppa, le biancorosse allargano la forbice, 16-33.

Dopo l’intervallo, due conclusioni delle lombarde valgono il 20-33, ma subito Federica Destro tramuta riallunga 20-35. Milano trova ora la continuità in attacco che è mancata nel primo quarto, 27-39. Brcaninovic, Monaco e Ferri ripristinano le distanze, 30-50, con due minuti da giocare. Inevitabile il minuto di sospensione chiesto da Antonio Pollice (che sostituisce in panchina lo squalificato coach Franz Pinotti), ma il tecnico Orange non riesce a scuotere le sue ragazze, che chiudono la terza sirena ancora piuttosto indietro, 34-52.

Con grande carattere la VelcoFin ripristina il +20, 36-56, ma il Sanga non demorde. Martelliano strappa una palla vagante e deposita il 38-56 al quinto minuto. L’antisportivo fischiato a Santarelli regala due liberi a Canova, 40-56, e poi va a segno anche Novati, 42-56, ma questo accenno di rimonta delle milanesi viene smorzato dalla tripla di Brcaninovic, che vale il 42-59 del nono minuti. E’ ancora la bosniaca a strappare un rimbalzo difensivo e a servire, con un lancio lungo, un assist che Ferri finalizza senza problemi. Scorrono i titoli di coda e le biancorosse possono festeggiare il loro secondo successo.

Milano: Novati, Pozzecco 5, Guarneri 12, Rossi 4, Martelliano 4, Perini ne, Canova 10, Grassia 2, Giulietti 4, Picotti 4, Quaroni, Trianti ne

Vicenza: Destro M. 2, Monaco 5, Mingardo, Destro F. 5, Stoppa 11, Gamba ne, Ferri 12, Bercaninovic 26, Santarelli 2, Zanetti 2

Ecco gli altri risultati:

  • Cagliari – Marghera 57-52
  • Villafranca di Verona – Selargius 71-56
  • San Martino di Lupari – Costa Masnaga 50-57
  • Pordenone – Bolzano 48-74
  • Castelnuovo Scrivia – Carugate 82-43
  • Crema – Albino 53-45
  • Sesto San Giovanni – Udine 70-53

Classifica: Vicenza, Bolzano, Sesto San Giovanni, Costa Masnaga e Crema 4, Udine, Castelnuovo Scrivia, Carugate, Cagliari, Villafranca di Verona e Milano 2, Selargius, Marghera, Albino, San Martino di Lupari e Pordenone 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *