15 punti per Endy Miyem nella sconfitta di Schio contro Venezia
15 punti per Endy Miyem nella sconfitta di Schio contro Venezia

Basket, ko per il Famila Schio contro Venezia

Mestre – Trasferta amara, quella delle 18 di oggi, per il Famila Wuber Schio al PalaTaliercio di Mestre. Dal derby veneto contro l’Umana Reyer Venezia, in programma per la terza giornata della Gu2to cup, serie A1 di basket femminile, le arancioni sono infatti uscite sconfitte, con il risultato di 74-60. Le scledensi hanno dovuto rincorrere le lagunari fin dal primo minuto, soffrendo l’aggressività difensiva delle padrone di casa e la loro costante presenza a rimbalzo.

E’ scoppiettante l’avvio della Reyer che, trascinata dalla capitana Carangelo e da Caterina Dotto, gemella della numero 23 arancione, costruisce il 12-4 del quinto minuto. Il Famila è disorientato ed è tenuto a galla solo da Miyem. Suoi, infatti gli unici 6 punti messi a referto dalle scledensi in questo primo parziale. Un quarto letteralmente dominato dalle leonesse dell’Umana, che vanno al primo mini riposo sul +17, 23-6

Nel secondo periodo Yacobou prende confidenza con il pitturato e trova canestri importanti, 25-12. Ogni azione delle orogranata è ben studiata e preparata, mentre Schio non riesce ad imporre i suoi ritmi e commette troppi errori. I tanti cambi effettuati da coach Vincent non riescono a dare concretezza al gioco delle sue ragazze, che scivolano a -22, 41-19, -20, 41-21, dopo i liberi di Zandalasini. Quando mancano tre giri di lancette all’intervallo lungo, Ress è costretta ad abbandonare il campo per infortunio. Sul finire della frazione Venezia perde lucidità, ma le ospiti non sfruttano questa défaillance delle avversarie e a metà gara il ritardo delle arancioni è ancora importante, 41-23.

Nella ripresa Walker ripristina il +20, 43-23: l’Umana spinge e tenta di scavare un solco sempre più profondo, ma Schio non è d’accordo, fa sentire la sua voce, e riapre i giochi grazie ad una tripla di Macchi e a due bei recuperi, di Anderson e di Francesca Dotto, che vanno fino in fondo, 43-30. Le veneziane, guidate da Carangelo, Walker e De Pretto, sono molto determinate e smorzano i tentativi di rimonta avversaria, 56-34. Al trentesimo minuto le scledensi hanno ancora 20 lunghezze da recuperare, 60-40.

In apertura di ultimo quarto il Famila recupera terreno, 64-50. Una avanzata che spinge il tecnico orogranata Andrea Liberalotto al minuto di sospensione. Tornate sul parquet sono le veneziane a dettare il ritmo, 70-53. Il tabellone avanza a fatica, ma l’Umana riesce a mantenere un buon margine, puntando soprattutto sui guizzi di Walker. Al Taliercio finisce 74-60, e la Reyer può godersi il primo posto in classifica.

Venezia: Micovic 6, Bestagno 9, Carangelo 21, De Pretto 5, Sandri ne, Ruzickova 10, Dotto 7, Madera ne, Zecchin ne, Togliani 3, Smorto ne, Walker 13

Schio: Yacoubou 15, Gatti ne, Miyem 15, Tagliamento 5, Anderson 5, Masciadri, Zandalasini 7, Ress, Dotto 6, Macchi 7

Ecco tutti i risultati della terza giornata:

  • San Martino di Lupari – Ragusa 60-59
  • Broni – Vigarano 52-83
  • Napoli – Lucca 70-79
  • Venezia – Schio 74-60
  • Torino – Battipaglia 77-55

Classifica: Venezia 6, Vigarano, Torino, Lucca e Schio 4, Ragusa, Napoli, San Martino di Lupari e Broni 2, Battipaglia 0

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *