Un bottino di 17 punti per Yacoubou, nella vittoria contro San Martino di Lupari. Immagine d'archivio
Un bottino di 17 punti per Yacoubou, nella vittoria contro San Martino di Lupari. Immagine d'archivio

Basket, al Famila Schio il primo derby veneto

Schio – E’ stato il Famila Wuber Schio ad aggiudicarsi il primo derby veneto di questo 87esimo campionato italiano di basket femminile. Ieri pomeriggio, al PalaRomare, le arancioni si sono infatti imposte, per 83-62, sulle padovane del Fila San Martino di Lupari. Dopo un inizio zoppicante, che le ha viste in affanno, le ragazze di coach Vincent sono state in grado di raddrizzare la partita e, soprattutto nella ripresa, di imporre il loro gioco, così da conquistare una meritata vittoria.

Per quanto riguarda la gara, iniziata alle 18, le prime fasi sono appannaggio delle lupe, che dopo l’1/2 di Dotto, 1-0, colpiscono con Filippi e Bailey, per l’1-7 del terzo minuto. Miyem sfrutta appieno gli assist delle compagne e Schio si riavvicina, 6-9, ma le padovane riescono comunque a mantenersi in testa. Le scledensi, infatti, acciuffano il pareggio, 15-15, solo a 60 secondi dalla fine, grazie ad un gioco da tre di Yacoubou. Una tripla, sulla sirena, di Tonello, permette al Fila di chiudere la prima frazione sul +3, 16-19.

Troppi errori per il Famila in apertura di secondo periodo e San Martino raggiunge il massimo vantaggio, 16-23. È Anderson a dare la scossa alle arancioni: due recuperi della guardia americana innescano i contropiedi di Dotto e di Masciadri. I loro canestri, uniti al piazzato di Miyem, valgono il pareggio, 23-23. La reazione delle giallonere vanifica gli sforzi delle scledensi: le ospiti vanno a referto con Filippi, Oroszova e Mahoney e si riportano avanti, 23-32. Le arancioni non demordono e, con grande determinazione, costruiscono un possente break di 15-0, 38-32, che manda in tilt le lupe. Dopo oltre tre minuti di digiuno, Gianolla fa avanzare il tabellone, 38-34.

Il piazzato di Mahoney apre le marcature del terzo parziale, e porta le lupe a -2, 38-32. Le padrone di casa, però, non si fanno raggiungere e, anzi, pian piano scavano il solco: quando sul cronometro restano circa due minuti da giocare, raggiungono la doppia cifra di vantaggio, 55-44. San Martino di Lupari ha perso lo smalto di inizio gara: sebbene il divario tra le due formazioni non sia pesante, le giallonere non riescono ad andare oltre il -7 e, alla terza sirena, Schio conduce per 59-50.

La tripla fulminea di Tonello vale il 59-53 dopo appena 14 secondi dalla ripresa del gioco, 59-53. Il Famila è più lucido, commette meno errori, e riesce ad incrementare il suo vantaggio, che supera la doppia cifra, 66-55. Tanti i cambi operati da coach Abignente, che mescola le carte anche per gestire la situazione falli, senza però trovare la formazione capace di impensierire davvero le arancioni. A metà quarto il Fila perde prima Keys e poi Bailey, proprio per raggiunto limite di falli e Schio prende il largo, fino a toccare il + 21, 83-62.

Schio: Yacoubou 17, Gatti ne, Miyem 12, Tagliamento 4, Anderson 19, Masciadri 12, Vaidanis ne, Ress 5, Dotto 12, Macchi 2

San Martino di Lupari: Oroszova 13, Mahoney 12, Filippi 9, Tonello 6, Amabiglia ne, Fassina 6, Bailey 8, Keys 4, Beraldo, Milani ne, Gianolla 4

Ecco gli altri risultati della seconda giornata:

  • Napoli – Venezia 48-51
  • Lucca – Battipaglia 86-66
  • Ragusa – Broni 70-56
  • Vigarano – Torino 72-71

Classifica: Schio e Venezia 4, Torino, Ragusa, Lucca, Broni e Napoli 2, Battipaglia, Vigarano e San Martino di Lupari 0

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *