Vicenzavicenzareport

Vicenza verso affidamento servizio in house a Svt

Vicenza – La giunta comunale di Vicenza ha definito il progetto di razionalizzazione e riorganizzazione che consentirà, una volta ottenuto il via libera di consiglio comunale e consiglio provinciale, di procedere con l’affidamento del servizio “in house” a Svt. Questo modello, infatti, è stato ritenuto dallo stesso ente il più efficiente per la gestione del trasporto pubblico locale, anche in vista della realizzazione del futuro filobus cittadino e in riferimento al piano industriale pluriennale già avviato.

“Per operare questa scelta entro il 30 settembre – ha detto l’assessore alle risorse economiche e alle politiche del lavoro, Michela Cavalieri, – , in modo da non perdere fondamentali contributi al trasporto pubblico locale, è però necessario che il Comune entri in possesso diretto del 35% delle quote di Svt. Se infatti, la Provincia detiene il 65% delle quote, la nostra parte appartiene formalmente alla partecipata AIM mobilità che non può accedere all’affidamento in house””.

Di qui la decisione del Comune di entrare in possesso del 35% delle quote di Svt, oggi in capo ad Aim Mobilità, mediante erogazione di un dividendo straordinario in natura da parte di AIM Spa per un valore pari a 6 milioni e 350 mila euro..

Nell’ambito della stessa operazione, è stato quantificato 1,9 milioni di euro il finanziamento in conto capitale che Aim trasferisce ad Svt per investimenti relativi al piano industriale, nell’ambito della ridefinizione del patto parasociale che prevedeva in capo alla prima l’obbligo di ripianare eventuali future perdite del trasporto pubblico urbano.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button