Vicenza, polizia locale in stato di agitazione

Vicenza, polizia locale in stato di agitazione

Vicenza – Polizia locale in fibrillazione a Vicenza in questi giorni. Le segreterie provinciali dei sindacati del pubblico impiego Fp Cgil, Fp Cisl, Uil Fpl, Diccap Sulpl, hanno infatti inviato alla Prefettura, al Comune di Vicenza e alla Commissione di garanzia una comunicazione con la quale viene proclamato lo stato di agitazione del personale di categoria D del Comando di polizia locale del comune del capoluogo berico.

“L’iniziativa – scrivono in una nota diffusa oggi i sindacati – è legata al mancato riconoscimento dei gradi di vice commissario e di commissario del personale inquadrato in categoria giuridica D1, come invece è previsto dalla legge regionale. Si tratterebbe di un preciso adempimento normativo che, al di là dell’aspetto più puramente tecnico, attiene alla legittima richiesta dei lavoratori di vedere pienamente riconosciuto il loro ruolo professionale e alle conseguenti ricadute di tipo organizzativo che tutto questo comporta nella gestione del personale all’interno del Comando di polizia locale di un capoluogo di provincia come Vicenza”.

“Lo stato di agitazione – si legge in conclusione della nota – è stato deciso poiché, nonostante le sollecitazioni e le richieste formali inoltrate nei mesi scorsi da parte delle organizzazioni sindacali, l’amministrazione comunale di Vicenza non ha ancora provveduto ad adempiere a quanto previsto dalla norma”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *