Il conservatorio "Pedrollo" di Vicenza
Il chiostro di San Domenico, oggi Conservatorio di musica "Arrigo Pedrollo"

Vicenza, musica e dramma al conservatorio

Vicenza – Si intitola “Nozze di sangue” lo spettacolo che andrà in scena venerdì 15 settembre, a Vicenza, nel chiostro del Conservatorio Pedrollo, alle 21. Tratto dall’omonimo dramma di Federico García Lorca e proposto dal dipartimento di musica elettronica dello stesso conservatorio vicentino, il progetto lega la musica ad una delle più celebri opere di Garcia Lorca e nasce dalla collaborazione tra i compositori di musica elettronica e tre attrici. L’obiettivo è quello di creare una fusione tra queste due arti: parola, corpo e suono dunque s’intrecciano, prendendo spunto dal testo del poeta e drammaturgo spagnolo.

“L’interazione tra questi elementi – spiega una nota degli organizzatori – contribuisce a dar forma ad uno spettacolo in cui la forza della tragedia arcaica di Nozze di sangue prende vita secondo le tecniche espressive e comunicative dell’arte contemporanea. È la storia di un matrimonio funesto quello tra lo Sposo e la Sposa. Lo Sposo si è innamorato di una ragazza che vive lontano e che, fino a tre anni prima, era fidanzata con un un’altro, Leonardo. Basta questo nome a liberare l’angoscia della madre dello Sposo perché Leonardo appartiene alla famiglia dei Félix, uccisori di suo marito e del suo figlio maggiore.

“Dopo aver pronunciato il Sì, la Sposa sente riaccendersi l’antico fuoco e fugge a cavallo con il suo ex amante. Ma, nel bosco, Leonardo e lo Sposo si accoltellano a vicenda e trovano entrambi la morte. Il coltello, che ha portato tanto dolore spargendo molto sangue, è in effetti il vero protagonista di questa tragedia che va avanti verso un finale di morte ineluttabile, voluto da forze oscure, incontrollabili. Tutto si svolge sotto gli influssi della Luna, portatrice di Morte, che opera affinché la tragedia si compia”. In caso di maltempo lo spettacolo si terrà nella sala da concerti Marcella Pobbe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *