Vicenza, ancora in agitazione la Polizia locale

Vicenza – Rimane complicata sul piano sindacale la situazione della polizia locale del Comune di Vicenza. Le categorie del pubblico impiego di Cgil, Cisl, Uil e Diccap si dicono infatti deluse dal fallimento del tentativo di conciliazione che c’è stato ieri in Prefettura, a Vicenza, e rimane quindi lo stato di agitazione della polizia locale nel capoluogo berico. Sono in programmazione anche azioni di protesta.

La differenza di vedute è soprattutto sul riconoscimento al personale in categoria D del ruolo Ufficiali e l’attribuzione dei gradi (commissari e vice commissari).  I sindacati di categoria chiedono all’amministrazione comunale cittadina di deliberare i ruoli e i gradi degli agenti, nel rispetto della normativa, così come stabilito e indicato dalla Regione Veneto, e chiarito dal Tribunale di Verona con una specifica sentenza.

“Dopo nove mesi di discussioni – commentano i sindacati -, l’amministrazione comunale si è presentata al tentativo di conciliazione senza alcuna proposta. Nove mesi nei quali abbiamo avanzato persistenti richieste per orientare il Comune di Vicenza a deliberare nel rispetto delle disposizioni normative, nei quali abbiamo pure esibito le autorevoli indicazioni della Regione Veneto e la sentenza del Tribunale di Verona”.

“L’amministrazione comunale invece – continuano i sindacati – si è presentata in conciliazione con una fresca decisione di giunta che demanda al comandante la predisposizione del regolamento atteso. Lo riteniamo un ulteriore inaccettabile espediente e temiamo che il Comune di Vicenza introduca nel proprio regolamento nuovi e propri criteri, replicando un malcostume diffuso nella pubblica amministrazione: i provvedimenti ad personam. Usciti dalla Prefettura abbiamo incontrato il personale in due assemblee molto partecipate. Ci è stato dato mandato di proseguire la vertenza, assumendo le necessarie azioni di mobilitazione sindacale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *