sabato , 16 Ottobre 2021

Val Liona, arresti e denunce per due furti

Val Liona – Al termine di due distinte operazioni, i carabinieri di Sossano hanno individuato quelli che ritengono essere i responsabili di due furti, uno riuscito, un altro tentato, nel comune di Val Liona.

Il primo episodio fa riferimento ad un furto ai danni di un negozio, messo a segno un paio di mesi fa. Le indagini degli uomini dell’arma hanno portato, nella giornata di ieri, alla denuncia di un pregiudicato di 34 anni, residente in provincia di Ferrara.

In base alla ricostruzione dei militari, nel primo pomeriggio del 29 agosto, l’uomo, danneggiata la porta di ingresso del negozio Berica Forniture, avrebbe prelevato un tablet ed un registratore di cassa contenente circa 300 euro in contanti, dileguandosi poi a bordo di un’auto condotta da un complice.

Grazie ad alcune indicazioni fornite da un testimone, i carabinieri sono riusciti a risalire all’autovettura usata per la fuga e sono poi arrivati ad individuare l’uomo che si era introdotto nel negozio. Le indagini sono tuttora in corso per identificare il complice.

Per quanto riguarda invece il tentato furto, i militari sossanesi, assieme ai loro colleghi della compagnia di Vicenza, hanno arrestato, in un campo nomadi di Padova, Lewis Adelburg, un 46enne originario della provincia di Treviso.

L’uomo è accusato, assieme al 30 enne Daniele Cari, al quale il provvedimento di arresto è stato notificato mentre si trovava in carcere a Belluno, di essersi introdotto, la mattina del primo maggio, nella casa di un 76enne a Val Liona. Sorpresi dall’anziano, a rovistare nell’abitazione, i due si sarebbero dati alla fuga, facendo perdere le loro tracce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità