Breaking News
Venezia, Palazzo Balbi, sede della Giunta regionale - Foto: Alma Pater (CC)
Venezia, Palazzo Balbi, sede della Giunta regionale - Foto: Alma Pater (CC)

Vaccini, Zaia puntualizza. Lettera alle Ministre

Venezia – Il decreto varato nei giorni scorsi con il quale si stabiliva una moratoria di due anni, in Venete, per l’obbligo dei vaccini per i bambini tra 0 e 6 anni, è stato solo temporaneamente sospeso, e non revocato, mentre resta aperto il problema della interpretazione della legge che il direttore dell’Area sanità e sociale della Regione Veneto, Domenico Mantoan, ha confermato di aver correttamente applicato. Per evitare contenziosi la questione potrebbe essere affidata al Consiglio di Stato.

Luca Zaia
Luca Zaia

E’ quanto si legge in una lettera inviata oggi dal presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, alle ministre Lorenzin e Fedeli, per fare chiarezza su quello che è oggi l’argomento del giorno, ovvero il gran passo indietro del Veneto, se ci è concesso di scherzarci un po’ su. Zaia sottolinea per altro come il decreto, che rinviava l’obbligo vaccinale, fosse stato emanato, dal direttore generale della sanità veneta, in piena autonomia ed in attesa di un approfondimento giuridico.

Il presidente della Regione conclude segnalando che chiederà il parere del Consiglio di Stato “circa l’applicazione della legge 31 luglio 2017, n. 119, articoli 3 e 3 – bis, in ordine alla applicazione delle sanzioni a carico dei genitori, dei tutori o comunque delle figure esercenti la potestà parentale dei bambini che frequentano le scuole di infanzia o che ricevono servizi educativi per l’infanzia, ivi inclusi quelli privati non paritari, per la mancata presentazione della documentazione dimostrativa dell’obbligo di vaccinazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *