CronacaProvinciavicenzareport

Thiene, sigilli ad una casa a luci rosse

Thiene – Una sorta di casa di appuntamenti, con donne sudamericane che si prostituivano e piuttosto frequentata dai vicentini, è stata scoperta e posta sotto sequestro nei giorni scorsi, a Thiene, dalla Polizia locale Nordest Vicentino. Tutto è nato da una segnalazione giunta nel mese di agosto alla polizia locale thienese  dalla Questura di Vicenza. Riguardava sopratutto un giovane colombiano, B.A le sue iniziali, di 24 anni, che risultava ospite di una donna 43enne, anche lei colombiana. Fatti gli accertamenti, gli agenti hanno notificato al giovane un ordine di allontanamento dal Comune di Vicenza in quanto si era reso responsabile di una violenta lite con altro giovane.

L’8 settembre poi, la 43enne colombiana si è presentata allo Sportello donna del Comune di Thiene chiedendo di denunciare il giovane convivente per presunti maltrattamenti. Tra l’altro è arrivato a quel punto anche il ragazzo oggetto della denuncia, e c’è stato un violento alterco con qualche lieve ferita al volto per la donna, curata al pronto soccorso dell’ospedale di Santorso. Il 24enne invece è riuscito a fuggire. Il rumore però intanto era stato fatto e la polizia locale ha ricevuto a quel punto delle segnalazioni secondo le quali il litigio tra i due colombiani era avvenuto perché lui non accettava che la donna si prostituisse e che lo facesse, assieme anche ad altre donne, proprio nella casa in cui i due vivevano

Alcuni cittadini thienesi hanno anche manifestato  il loro disagio per una situazione che, riferivano, “andava avanti ormai da circa due anni, con incontrollati arrivi di uomini a tutte le ore e frequenti alterchi tra sudamericani all’interno dell’appartamento, lito che talvolta proseguivano anche in strada tra scenate ed urla”. Sembra inoltre che, in alcuni siti specialistici, varie donne che frequentavano la casa fossero ritratte in abiti succinti, all’interno dell’abitazione in questione, con l’acronimo “Milf”, pubblicizzando varie prestazioni ed elencando ottime recensioni.

Nel corso di vari servizi in borghese, agenti della polizia locale di Thiene hanno così documentato, quanto avveniva, ovvero la frequentazione della casa da parte di molti clienti da Bassano del Grappa, Schio, Dueville, etc, soprattutto nelle fasce pomeridiane e serali, che pagavano le prestazioni tra i 70 e gli 80 euro. “Essendovi il pericolo – ha specificato la polizia locale – che la libera disponibilità dell’immobile potesse aggravare e protrarre le conseguenze del reato, nel pomeriggio di ieri l’appartamento è stato sequestrato”. Viene esclusa ogni responsabilità a carico dei proprietari della casa.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button