Veneto

Referendum, nuove violazioni segnalate al Corecom

Venezia – “Non sono bastate le scorrettezze dei Comuni di Tombolo, San Giorgio in Bosco, Cittadella, Cavallino-Treporti e Musile di Piave: anche il Comune di Crespadoro, in provincia di Vicenza, ha deciso di promuovere in modo illegittimo la propaganda pro referendum di Zaia. Oggi ho infatti segnalato al Corecom la palese violazione della legge sulla par condicio da parte di un’amministrazione, anche in questo caso leghista, che evidentemente è al servizio di Luca Zaia e non dei cittadini di Crespadoro”.

Così il presidente di Articolo Uno – Mdp, Piero Ruzzante, che nella mattinata di oggi ha depositato l’ennesima segnalazione al Corecom in merito ad una violazione dell’articolo 9 della Legge 22 febbraio 2000, n. 28.

“Il Comune di Crespadoro – ha spiegato Ruzzante – ha organizzato un’iniziativa pubblicitaria pro referendum e ha diffuso sui social la locandina coi simboli del Comitato del Sì: è scandaloso che le istituzioni e le risorse pubbliche siano sfruttate per propaganda politica. Non si è mai vista una campagna elettorale così dopata: Pd, M5S e centrodestra sono tutti d’accordo per il Sì, Zaia ha già speso in pubblicità 1,2 milioni di euro dei veneti, davvero c’è bisogno di occupare politicamente le istituzioni comunali in questo modo? C’è un limite a tutto, ormai è evidente che non esistono le condizioni per un confronto democratico”.

Articoli correlati

Un Commento

  1. Di una politica fatta così parlo a livello oltre che locale soprattutto a livello nazionale non se ne può più, soprattutto dove per democrazia si intende una continua bagarre nel palazzo dei bottoni, divisioni e opportunismi (privilegi ecc. ecc. ) e se pur questo Referendum fosse ben usato da una fonte politica che non approvo vedi per non far nomi un (on. Salvini…. sbocciato… da “Roma ladrona….. “) la mia speranza e di tante persone che pur nel non volere una Nazione divisa sperano in una svolta federalista, sperando di controllare risorse locali e poter analizzare in modo più ravvicinato i dissesti o i disservizi dell’attuale politica. In sostanza una Nazione Federalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button