Breaking News

Referendum autonomia, M5S: “Inutile e costoso”

Roma – “Il referendum sull’autonomia cavalcato in pompa magna dalla Lega in Veneto non è altro che un sondaggio per chiedere al Governo di valutare la possibilità di concedere maggiore automia alla Regione.” A sostenerlo è la deputata del Movimento Cinque Stelle Silvia Benedetti che, sul tema, attacca il partito di Zaia. “Su tutta la questione – continua – la Lega si muove solo per tornaconto politico, ma la cosa costerà ai veneti almeno 14 milioni di euro, per non ottenere assolutamente nulla”.

Silvia Benedetti
Silvia Benedetti

“La possibilità di diventare una Regione a statuto speciale – sottolinea ancora la deputata – è un tema serio e importante, una possibilità che la Lega stessa negò nel 1998 boicottando il voto alla Camera, forse per rispettare, come sembra far oggi, logiche e dinamiche di partito, in barba ai problemi veri dei veneti”.

“Che serva – pone in evidenza la Benedetti – per verificare quanto pesi la voce delle regioni leghiste di fronte al governo o per misurare i consensi in vista delle prossime elezioni, l’operazione messa in piedi da Zaia non porterà certo all’autonomia del Veneto come si propaganda in giro, sempre per lo più a spese dei contribuenti”.

“Quale autonomia poi – conclude -, con un quesito che dice tutto e niente? La Costituzione italiana inoltre parla chiaro: non c’è bisogno di un sondaggio per fare richiesta di maggiore autonomia. Per quanto ancora dovremmo continuare a farci prendere in giro?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *