Breaking News

Referendum autonomia, Lega: “Una rivoluzione”

Roma – “Il referendum del 22 ottobre sull’autonomia di Veneto e Lombardia è la vera rivoluzione per riformare in modo radicale questo Stato centralista, palesemente inadeguato a gestire e valorizzare le differenti realtà socio economiche, culturali e storiche del Paese”. Così il vicepresidente leghista della camera, il vicentino Filippo Busin, che in una nota oggi ha parlato di un’Italia “malata di burocrazia e con una distribuzione errata delle risorse”.

Filippo Busin
Filippo Busin

“Il problema – ha ricordato il deputato della Lega Nord – poteva già essere risolto con la legge 42 del 2009, sul federalismo fiscale, che questo governo e i precedenti hanno invece voluto affossare con la loro ideologia neocentralista. Basti pensare alla legge Delrio e alla riforma costituzionale, sonoramente bocciata con il referendum del 4 dicembre scorso.  Per questo il referendum del 22 ottobre sarà la vera rivoluzione, lo schock esterno che costringerà lo Stato centralista a riformarsi dopo che per decenni ha dimostrato una resistenza è una difesa a oltranza delle proprie rendite e privilegi, ignorando persino l’esito del 4 dicembre”.

“Sarà un’azione del popolo – ha poi concluso Busin – che, esprimendosi in modo unito, compatto e plebiscitario, potrà riformare in modo radicale questo Stato, che non è più al passo con i tempi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *