Provinciavicenzareport

Pozzoleone, fatti brillare alcuni ordigni bellici

Pozzoleone – I vigili del fuoco sono intervenuti questa mattina in una cava, a Pozzoleone, a supporto dei militari dell’esercito per il brillamento di cinque ordigni bellici, nel dettaglio alcune bombe a mano ed un mortaio, il cui recupero, iniziato nei giorni scorsi, si è concluso proprio oggi.

I residuati, che con tutta probabilità risalivano alla Seconda guerra mondiale, erano stati trovati lungo il fiume Bacchiglione, in localtà Secula, nel territorio comunale di Longare. A notare la loro presenza, in prossimità del ponte che collega la frazione al centro del paese, era stato un sub professionista, che si stava esercitando lungo il corso d’acqua e che, dopo la scoperta, aveva contattato subito i carabinieri.

Della vicenda è stata informata immediatamente la prefettura di Vicenza, la quale, seguendo le procedure previste per episodi come questo, aveva attivato i sommozzatori della marina militare di stanza ad Ancona e gli specialisti del secondo reggimento Genio Guastatori di Trento. Sono stati proprio loro, tra ieri ed oggi, ad occuparsi del recupero degli ordigni, che sono stati poi fatti brillare, come detto all’inizio, questa mattina in una cava di Pozzoleone

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button