Pizzicato un altro furbetto del cronotachigrafo

Pizzicato un altro furbetto del cronotachigrafo

Sandrigo – Si intensificano i controlli sull’autotrasportro da parte della polizia locale del distaccamento di Sandrigo del Consorzio del Nord est vicentino. Ieri pomeriggi è stato pizzicato un altro furbetto del cronotachigrafo, durante un normale controllo, lungo la strada provinciale 51 Vicerè, su un  autoarticolato.

Il conducente,  L.M., 51enne di Carmignano di Brenta, alla verifica del dispositivo cronotachigrafo, non è riuscito a giustificare una strisciata lunga un metro di errori registrati dalla propria unità di bordo.

Messo di fronte all’evidenza, l’autista ha ammesso la presenza di una calamita a bordo, la quale all’occorrenza veniva interposta tra il sensore di movimento del mezzo e le strumentazioni per  far risultare fermo anche se non era così ed il camion era circolante.

Il lettore delle attività di guida insomma veniva falsato in quanto, con veicolo virtualmente fermo, le attività di guida del conducente risultavano in automatico sospese e quindi a riposo. Ripristinata l’efficenza del veicolo, il dispositivo veniva sequestrato e al conducente veniva inflitta una sanzione di 1700 euro, oltre al ritiro della patente e alla decurtazione di dieci punti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità