Breaking News

Pfas, la situazione veneta alla commissione Ecomafie

Venezia – “Per assicurare un supporto al Comune di Trissino, per quanto concerne la bonifica ambientale del suo territorio in relazione alla presenza di pfas, abbiamo definito un protocollo d’intesa con lo stesso Comune, con la Provincia di Vicenza e con l’Arpav, finalizzato al coordinamento delle operazioni di caratterizzazioni e bonifica del sito Miteni. Operazioni che sono in esecuzione sotto il controllo dei carabinieri del Noe”.

E’ quanto ha riportato oggi, alla commissione Ecomafie, a Roma, l’assessore all’ambiente della Regione Veneto, Gianpaolo Bottacin, in audizione per le questioni che fanno riferimento all’inquinamento dal sostanze perfluoro alchiliche, pfas.

“A proposito, invece, dei nuovi acquedotti – ha aggiunto -, dopo aver fatto presente che, in base al decreto legislativo 152 del 2006, la competenza è dei Comuni, ho ricordato che per garantire comunque un supporto alle amministrazioni locali, abbiamo sottoscritto insieme a loro e al Ministero dell’Ambiente uno specifico accordo”.

“Peccato – ha puntualizzato subito dopo – aver dovuto registrare, una volta di più, dei ritardi, soprattutto da parte del governo, nell’erogazione dei finanziamenti. L’accordo sottoscritto prevedeva infatti una programmazione degli interventi, che abbiamo predisposto e poi inviato al Ministero l’agosto scorso. Allo stato attuale, però, i fondi non sono ancora stati sbloccati: mi auguro che questo avvenga presto”.

“Durante l’audizione – ha concluso Bottacin – ho inoltre precisato che nessun ritardo può essere attribuito alla Regione e questo è dimostrato dal fatto che, in attesa dell’attuazione concreta dell’accordo, noi abbiamo comunque terminato i lavori dei nuovi pozzi di approvvigionamento a Carmignano del Brenta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *