Provinciavicenzareport

Caldogno rinuncia al nuovo palasport

Caldogno – E’ stata definitivamente accantonata, a Caldogno, ogni ipotesi di costruzione di un palazzetto dello sport capace di dare risposte a tutte le esigenze delle società sportive ed anche di ospitare le sedi alcune associazioni. Se ne parlava da anni e sembrava che la cosa dovesse concretizzarsi, con un investimento di 3,5 milioni di euro. Ora il contrordine e la scelta alternativa. Sarà infatti la tensostruttura di via Torino, di proprietà della parrocchia, a colmare il vuoto della mancanza di un palasport. Il comune ha comunque fatto una convenzione con la parrocchia e sulla tensostruttura verranno fatti, a carico dell’ente locale, lavori di adeguamento per centomila euro. La scelta dell’amministrazione comunale calidonense è stata duramente criticata dal consigliere di minoranza Marco Lunardi

“Il potenziamento della tensostruttura – si legge in una nota del Comune di Caldogno – si è reso necessario data l’impossibilità di investire nel nuovo palasport i 3 milioni e mezzo di euro previsti dal progetto: una somma che sarebbe a disposizione delle casse comunali, accantonata grazie a una gestione virtuosa, ma deve rimanere bloccata per i vincoli imposti dal patto di stabilità. La scelta è stata dunque quella di rendere in tempi rapidi la tensostruttura un punto di riferimento stabile e adeguato: di qui la decisione di rivedere la precedente convenzione con la Parrocchia, per la quale il Comune poteva usufruire dello spazio solo per tre ore nel tardo pomeriggio (dalle 17 alle 20)”.

“Ora, invece, le attività partono con l’avviamento allo sport nell’immediato doposcuola (già alle 13.45), garantendo un servizio utile alle famiglie dei tanti bambini e ragazzi con entrambi i genitori impegnati al lavoro, e si protrae fino alle 23, tra pallavolo, basket, minibasket, pallamano, calcio a 5. C’era anche la necessità di offrire ambienti consoni, sicuri, riscaldati e illuminati tutto l’anno, e per questo si è deciso di di far intestare direttamente al Comune le utenze. Alla parrocchia è assicurata la possibilità di utilizzare la struttura in occasione della sagra, da poco conclusa, e di altre attività dei gruppi giovanili”.

“Lo sport – ha ricordato il sindaco, Nicola Ferronato, – è una componente fondamentale nella formazione dei nostri ragazzi e le famiglie vogliono che sia ospitato in luoghi adeguati. Anche l’assessore ai lavori pubblici Paola De Franceschi ha parlato di investimento in linea con un corposo intervento. La stessa filosofia ci ha portati a riqualificare e rendere più sicuri gli edifici scolastici per mezzo milione di euro complessivi, e ad assegnare alle famiglie contributi da cento euro per l’acquisto dei libri per la prima media e un altro contributo di pari entità per tutte le attività formative, comprese quelle sportive, svolte dai nostri ragazzi”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button