Breaking News

Motorizzazione al collasso. Solo due ingegneri a Vicenza

Vicenza – Fanalino di coda d’Italia per quanto riguarda le revisioni e i collaudi dei mezzi pesanti. La poco lusinghiera posizione in classifica di cui parliamo è purtroppo riferita al vicentino e, naturalmente, ha a che fare con la situazione in cui si trova la Motorizzazione civile di Vicenza, drammaticamente a corto di organico e per questo in difficoltà e ritardo nello svolgimento del lavoro. Ed ora arriva anche una proposta di soluzione, o quantomeno una richiesta, da Confarca, la confederazione che riunisce le autoscuole e i consulenti automobilistici d’Italia. E’ Silvia Cucchetti, rappresentante locale degli studi di consulenza e dei centri di revisione, che chiede nuove risorse umane, provenienti dalle altre province venete, da destinare alla Motorizzazione berica.

“È una situazione ormai al collasso – denuncia Cucchetti -. I nostri associati segnalano che attualmente le prenotazioni vengono fissate per l’aprile del 2018. Quelli che si sono recati presso le agenzie lo scorso mese di luglio, hanno prenotato i collaudi per febbraio del prossimo anno, e temiamo che col passare del tempo la situazione possa addirittura peggiorare”.

Ormai terminate le sedute straordinarie che da fine agosto ad inizio settembre hanno permesso di snellire parte delle liste d’attesa, si torna dunque a fare i conti con le nuove richieste di prenotazioni per i mezzi pesanti. Una congestione che nel Veneto è dovuta anche al gran numero di veicoli in circolazione, comprati grazie agli incentivi per l’installazione di impianti Gpl e per l’acquisto di mezzi con motori ibridi, che vanno ad ingolfare la lunga lista di revisioni e collaudi che sta paralizzando la motorizzazione di Vicenza.

“Le sedute sono già tutte prenotate fino alla fine di marzo del prossimo anno – conclude Cucchetti –. Chiediamo ai vertici della Motorizzazione di destinare tecnici provenienti dagli uffici delle altre province per coadiuvare l’enorme mole di lavoro dei soli due ingegneri rimasti in servizio a Vicenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *