Vicenzavicenzareport

Affaire Hotel Europa, Forza Nuova si mobilita

Vicenza – Non poteva mancare oggi l’intervento di Forza Nuova sull’assegnazione dell’Hotel Europa alla società che è già proprietaria, a Vicenza, dell’Hotel Adele, dove sono ospitati i richiedenti asilo. “Siamo di fronte al più grande business sugli esseri umani mai avvenuto al mondo prima ad ora e non permetteremo che Vicenza ne diventi il simbolo” esordisce in una nota il movimento politico di estrema destra.

“E’ evidente – continua Forza Nuova – che bloccheremo il progetto di insediamento di nuovi presunti profughi, in ogni modo, senza alcuna esitazione. Siamo pronti ad una protesta senza precedenti, in strada, a fianco dei vicentini, ma ci appelliamo anche alla questura e a tutte le forze politiche, senza alcuna distinzione, affinchè l’insediamento di decine, per non dire centinaia di richiedenti asilo, possa avere concreta attuazione, alle porte della nostra città”.

“Vicenza – aggiungono i militanti della destra – è già al collasso in termini di accoglienza e non è più in grado di accogliere ulteriori persone. Gli episodi di criminalità si susseguono con un ritmo inquietante e questa situazione deve cessare”.

Forza Nuova parla anche di “un business studiato a tavolino da persone che hanno fatto dell’immigrazione clandestina una vera e propria fonte di guadagno, lucrando su tutta la cittadinanza. Queste persone andrebbero processate per alto tradimento della nazione ed invitiamo tutti i vicentini a mobilitarsi con ogni mezzo contro questa profonda ingiustizia”.

“Siamo alla mobilitazione – concludono i militanti della destra -. Nelle prossime ore arriverà in città il nostro segretario nazionale Roberto Fiore, e non si escludono a breve mobilitazioni massicce proprio in zona Hotel Europa. Garantiamo un autunno bollente a coloro che vogliono insultare la nostra città e lucrare sui nostri concittadini. L’immigrazione business a Vicenza deve finire”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button