Breaking News

Incendio in fonderia. A fuoco residui delle colate

Arzignano – I vigili del fuoco sono stati impegnati ad Arzignano, questa mattina, in via della Tecnica, dove è scoppiato un incendio in una fonderia, la Gms, poco prima delle 9, più precisamente in un cassone dove vengono depositati i residui delle colate. I pompieri di Arzignano e Vicenza sono intervenuti presso lo stabilimento, che  esercita l’attività di pressofusione di alluminio, con due automezzi, hanno spento le fiamme ed hanno provveduto, dopo il raffreddamento del cassone, allo smassamento del materiale servendosi di un ragno.

Le cause dell’incendio sono al vaglio dei vigili del fuoco e potrebbero essere riconducibili allo stesso materiale bruciato, che sarebbe stato depositato nel cassone mentre era ancora incandescente. Lunga la durata delle operazioni, che sono terminate dopo circa quattro ore. Data la delicatezza e particolarità dei materiali oggetto del rogo, sul posto sono intervenuti anche i tecnici dell’Arpav. In quel momento “la reazione esotermica era ancora in atto – specifica una nota di Arpav – anche se in fase di esaurimento per il massiccio utilizzo di schiumogeno da parte vigili del fuoco che hanno provveduto anche alla separazione delle parti incandescenti, costituite da scorie di alluminio”.

La strumentazione portatile dei tecnici dell’agenzia ambientale del Veneto ha rilevato, nelle immediate vicinanze del punto di reazione e, a concentrazioni minori fino al confine di proprietà, la presenza di ammoniaca determinata dalla reazione.  “Si è cercata – continua Arpav – la presenza anche di altri possibili inquinanti (ossidi di azoto, acido cloridrico, acido fluoridrico) senza ottenere risultati significativi. Sono state comunque avvisate le ditte confinanti di chiudere, per precauzione, porte e finestre nel caso fosse rilevabile odore di ammoniaca”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *