Imprese femminili alla ribalta anche in agricoltura

Vicenza – “Le nostre donne ed i nostri giovani vanno ascoltati e valorizzati. Ed in provincia di Vicenza gli under 30 impegnati in agricoltura sono oltre 900, dei quali circa 300 sono titolari o soci d’azienda. Determinare quante donne operano in un’impresa agricola è più difficile stimarlo, ma di certo per ogni impresa c’è almeno una donna a vario titolo impegnata nell’attività familiare. Una presenza non marginale e, il più delle volte neppure di mero supporto, ma determinante per la crescita e l’innovazione dell’azienda agricola stessa”.

Con queste parole il presidente provinciale di Coldiretti Vicenza, Martino Cerantola, ed il direttore, Roberto Palù, intervengono riconoscendo che le donne che fanno impresa sono due volte giovani: per data di avvio dell’attività e per incidenza di imprenditrici under 35. Infatti, quattro imprese femminili su dieci sono state create, dal 2010 ad oggi, mentre fra le imprese avviate da uomini, solo tre su dieci hanno meno di sette anni. Inoltre, le 162 mila attività guidate da imprenditrici under 35 sono più del 12% del totale delle aziende a trazione femminile, tra gli uomini, sono invece l’8,5%.

Sono alcuni degli spunti che emergono dalla lettura dei dati sulle imprese femminili al 30 giugno 2017, elaborati dall’Osservatorio per l’imprenditorialità femminile di Unioncamere Infocamere, segno evidente che le 554 mila aziende femminili nate negli ultimi sette anni stanno lentamente modificando la mappa settoriale e geografica del mondo imprenditoriale in rosa.

“In agricoltura – spiega Coldiretti -, si concentra il 16,3% della titolarità, uno spaccato su cui Coldiretti Veneto riflette da tempo attraverso il braccio operativo di Donne Impresa. Il settore agroalimentare si rivela il campo migliore: dall’agriturismo alla fattoria didattica, dalle quali esperienze si evidenziano competenze nuove. Le donne scoprono la campagna come sfida professionale, da giovani, o come terreno per sperimentare le loro abilità, in età matura”.

Molti di questi temi sono al centro di un incontro dibattito, nel tardo pomeriggio di oggi, alle 18, a Grisignano di Zocco, nell’ambito della Fiera del Soco, martedì 12 settembre, con la presentazione del libro “Le mille. I primati delle donne”, di Ester Rizzo. Nel volume, l’autrice riunisce mille donne che per prime hanno realizzato un progetto, hanno ottenuto un riconoscimento, un’onorificenza, un incarico politico o lavorativo, un titolo di studio. Sono donne che, in tutto il mondo, si sono cimentate in imprese, mestieri e professioni di esclusivo dominio degli uomini; quelle che per prime hanno sfidato coraggiosamente pregiudizi e tabù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *