Alberto Colombo
Alberto Colombo

Il Vicenza riceve la visita della Feralpisalò

Vicenza – Mentre si aspettano certezze sul fronte societario, ovvero l’acquisto delle quote di controllo del Vicenza Calcio da parte di Boreas Capital, i biancorossi ricevono domani allo stadio Menti la Feralpisalò, un’altra squadra accreditata per un campionato di vertice. Dopo il confronto con il Padova di lunedì scorso, un duro campo di battaglia sul quale i berici sono riusciti a strappare un pareggio, ecco dunque subito un altro impegno difficile, sebbene stavolta avvenga tra le mura amiche e senza quella tensione di cui sono carichi i derby. Il fischio d’inizio è alle 14.30.

Per quanto riguarda le vicende legate all’acquisto della società, c’è da rilevare forse una schiarita, o quanto meno una tregua, dopo le polemiche ed i botta e risposta a distanza delle ultime settimane, sui social, tra Boreas Capital e Vi.Fin., circostanza che aveva fatto temere il peggio. Dall’ultimo incontro è uscita una proposta del gruppo arabo lussemburghese che sarà esaminata dall’assemblea di Vi.Fin. nei prossimi giorni. Soprattutto dovrebbe essere emersa la volontà di portare a termine l’affare nei tempi previsti.

La situazione resta comunque incerta, e non è questo il miglior presupposto per dare serenità alla squadra. Eppure l’inizio di campionato è stato buono: il Vicenza è primo in classifica, a pari punti con il Pordenone, e questo autorizza perfino un certo ottimismo considerando che fino ad ora abbiamo visto una squadra capace di soffrire e di tirar fuori quel carattere necessario nei momenti di difficoltà.

“Ci sono delle qualità – ha confermato, del resto, anche il tecnico, Alberto Colombo, nel prepartita con la stampa – che emergono quando la squadra va in difficoltà. Una squadra che va in difficoltà e non sa soffrire probabilmente non esce mai dal campo con un punto, o con i tre punti come è avvenuto a Forlì”. Quanto all’incontro di domani, Colombo ha sottolineato di avere ancora dei dubbi sulla formazione da far scendere in campo, di più rispetto alle partite precedenti,  “anche perché vorrei dare delle possibilità – ha aggiunto – a chi finora è rimasto fuori”.

“Ho pensato e lavorato – ha concluso il mister biancorosso – in funzione di un avversario che si presenta con delle peculiarità e con delle qualità diverse rispetto alle altre squadre. Il Padova, ad esempio, è una squadra fisica, che gioca un calcio lineare ed efficace. La Feralpisalò pratica invece un calcio più ricercato e articolato, è meno fisica. E’ una squadra che sviluppa un ottimo calcio. Che sia vincente o meno, è un calcio che mi piace”.

La nostra diretta web a partire dalle 14.30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *