Conservatorio, parte la rassegna “Dopo il rumore”

Vicenza – Parte domani, venerdì 22 settembre, la settima edizione della rassegna Dopo il rumore organizzata dal Conservatorio Pedrollo di Vicenza e interamente dedicata al repertorio del novecento e alla musica contemporanea. Tutti i concerti sono ad ingresso libero, con inizio alle 18, e si terranno nella sala concerti “M. Pobbe”, tranne l’appuntamento del 13 ottobre per il quale è prevista la sala prove del conservatorio vicentino. La  rassegna, ideata da Cesare Montagna ed oggi coordinata da Franco Poloni, prevede in questa edizione quattro appuntamenti.

Si comincia il 22 settembre con la Classe di musica d’ insieme per fiati, durante la quale sarà proposto al pubblico un programma dedicato a compositori del ‘900 con alcune rarità: il Concertino per trombone e quattro fiati, di Eugene Premru, e la Serenata n. 2 di Heinrich Sutermeister, per tromba e quintetto di fiati. Il 13 ottobre toccherà alla Classe di musica elettronica, di Lorenzo Pagliei, mettere in scena Malintesi, tre atti del compositore Giovanni Frison, diretta da Pier Luigi Piran, allievo della Classe di direzione di Giancarlo Andretta, preceduta da una suite composta appositamente per questa occasione dagli studenti del primo corso.

Il 27 ottobre entra in scena l’ Ensemble del conservatorio, che sarà a turno diretto dagli allievi Mattia Cogo e Giovanni Costantini, con un programma che prevede …D’immenso, tre liriche da L’allegria di Giuseppe Ungaretti, e Timor di Me(dea), lavoro scritto per in omaggio alla divina Maria Callas. A seguire Il concerto in Mib ” Dumbarton Oaks”, di Igor Stravinskji, e la Rapsodia da “La Regina delle Nevi” di Pierangelo Valtinoni.

La rassegna si concluderà il 10 novembre con la prima esecuzione assoluta del concerto per tromba ed orchestra (solista  Davide Xompero ) di Roberto Solci, al quale seguiranno due suite orchestrali tratte da ” The Planets ” di Gustav Holst e ” Star Wars” di John Williams, trascritte per orchestra da camera dagli allievi della Classe di orchestrazione del maestro Valtinoni. Sul podio si alterneranno tre giovani direttori, del corso tenuto da Giancarlo Andretta: Gerardo Felisatti, Fiammetta Morisani e Lorenzo Vignato.

“Per la peculiarità e rarità dei repertorio – ha sottolineato il direttore del Conservatorio di Vicenza, Roberto Antonello -, Dopo il rumore si configura come un considerevole arricchimento nel panorama vicentino e regionale. Inoltre, molti brani sono stati scritti dai docenti di Vicenza (Valtinoni, Chinca, Solci) o da studenti. Infine, tutta la stagione viene realizzata con forze interne, da chi dirige a chi suona a chi cura la grafica dei manifesti: un indice di qualità e di potenzialità del nostro conservatorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *