Provinciavicenzareport

Chiampo, quattro indiani in manette per rapina

Chiampo – Rapinano un connazionale e fuggono, ma non vanno lontano… Ad arrestarli sono stati poi, nella tarda serata di ieri, i carabinieri della stazione di Chiampo, che hanno rintracciatoe  bloccato i responsabili della rapina, quattro cittadini indiani, tutti incensurati e residenti nella omonima vallata.

Lakhwant Singh
Lakhwant Singh

Erano da poco trascorse le 17 di ieri, 21 settembre, quando un 30enne di nazionalità indiana anche lui, che camminava lungo la via Dal Molin, di Chiampo, veniva affiancato da una Ford Focus dalla quale scendevano i quattro, che lo aggredivano con calci e pugni e alla fine gli rubavano mille euro e una catena d’oro che indossava. Dopo l’aggressione, i quattro sono risaliti a bordo della vettura e sono fuggiti. L’episodio ha destato non poco turbamento in alcuni cittadini che hanno assistito e che hanno informato il numero di pronto intervento dei carabinieri della Compagnia di Valdagno.

Harjit Singh
Harjit Singh

Tempestivo l’intervento di una pattuglia della locale stazione che, rintracciata la vittima ancora dolorante, ha iniziato subito le ricerche dei quattro aggressori, diramando la loro descrizione ricavata dalle testimonianze.

Protagonista delle ricerche, in prima persona, il comandante della stazione di Chiampo, ricorso a tutto il suo personale per una efficace caccia ai malviventi, che ha poi dato l’esito sperato. Infatti, nel giro di poco più di un’ora, i carabinieri sono riusciti a rintracciare i quattro rapinatori.

Tajinder Singh
Tajinder Singh

I quattro infatti, nel frattempo, erano rientrati a casa, a bordo della vettura descritta e di proprietà di uno di loro, pensando di averla fatta franca. Così, invece, non è stato, ed i quattro indiani sono finiti in manette e dovranno rispondere di rapina in concorso.

Sono il 52enne Lakhwant Singh e il 30enne Harjit Singh, entrambi residenti a Chiampo, assieme al 38enne Tajinder Singh e il 44enne Amrikj Singh Multani, residenti a San Pietro Mussolino.

Amrik Multani
Amrik Multani

La vittima, che a seguito dell’accaduto ha perso conoscenza per un brevissimo lasso temporale, è stata trasportata dal Suem 118 al pronto soccorso dell’ospedale di Arzignano, dove sono stati fatti gli accertamenti sanitari necessari.

La perquisizione eseguita nelle abitazioni degli arrestati ha consentito di rinvenire e sequestrare alcuni elementi probatori in ordine alla loro partecipazione al reato, nonché di metterli a disposizione del pubblico ministero di turno, che ha disposto l’accompagnamento dei quattro stranieri agli arresti domiciliari.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button