Alberto Colombo
Alberto Colombo

Calcio, un lunedì da derby con Padova-Vicenza

Vicenza – Un derby molto sentito ed importante che, comunque, si presenta all’insegna del fair play, quello di domani sera, lunedì 18 settembre, allo stadio Euganeo, tra Padova e Vicenza, con fischio d’inizio alle 20.45. Sarà una partita con molti aspetti di interesse. Il Vicenza innanzitutto, capolista a punteggio pieno dopo tre partite, cerca conferme ed una vittoria, che la consacrerebbe come la squadra da battere del girone B di serie C. Il Padova invece ha iniziato in sordina un campionato che la vedeva partire tra le squadre più accreditate, e spera che battere i biancorossi segni il cambio di passo e l’apertura di un viatico che le sarebbe più consono.

Insomma sarà una sfida combattuta, arricchita anche dal fatto che il mister padovano è Pierpaolo Bisoli, allenatore del Vicenza per buona parte dell’ultimo campionato, esonerato certo con troppa fretta poco prima del crollo e della retrocessione. Prendersi una rivincita sarebbe certo un piatto succulento per lui. Ma, come dicevamo, sarà anche un derby all’insegna del fair play, soprattutto grazie al fatto che, tra un tempo e l’altro della partita, scenderanno in campo le squadre Esordienti delle due società, confrontandosi per 15 minuti e raccontando un calcio all’insegna dell’amicizia e della sportività.

Data la vicinanza, saranno molti, almeno duemila, i tifosi biancorossi al seguito della squadra. La preoccupazione vera comunque riguarda soprattutto il futuro della società, in predicato di essere rilevata da Boreas Capital, holding arabo lussemburghese che, secondo una lettera di intenti sottoscritta nei mesi scorsi, dovrebbe subentrare entro fine anno a Vi.Fin., attuale proprietaria delle quote del Vicenza Calcio. Sembrano però addensarsi nubi sulla trattativa, e le incognite sul futuro della società quindi non mancano. I giocatori, ci si chiede, come vivono tutto questo?

“Per fortuna – ha detto il mister biancorosso, Alberto Colombo, nel consueto prepartita con la stampa, – la squadra si è estraniata e non è stata toccata da questa diatriba in atto a livello societario. Perdere forza ed energie per altre cose è solo deleterio per la squadra. L’umore del gruppo non è intaccato e non si intaccherà nemmeno andando avanti. Se chi c’è, o ci sarà, alla guida della società non ci farà mancare niente, ritengo che la squadra abbia il dovere di rimanere fuori da questi aspetti”.

“Quello di domani – ha poi aggiunto il tecnico parlando della partita contro il Padova – è un banco di prova per noi, una curiosità che dobbiamo toglierci per vedere a che punto siamo contro un avversario quotato. Sappiamo delle difficoltà crescenti che il campionato ci porrà davanti. Finora abbiamo avuto la bravura di fare nove punti e abbiamo saputo soffrire. Domani non dobbiamo fare errori. Dovrà essere un Vicenza migliore, è un dovere cercare di crescere partita dopo partita, vediamo di riuscirci. Ancora oggi abbiamo la consapevolezza che serve fare molto di più per essere considerati una squadra vincente”.

“Il Padova – ha quindi concluso Colombo – è una squadra dalla maggior esperienza e vanta calciatori di nome. Anche loro hanno una piazza esigente come quella di Vicenza. Basandomi sulle loro dichiarazioni sembra quasi una partita da bivio. Parlano dei nostri episodi, dicono che domani è una gara da vincere a tutti i costi. Vedo un certo tipo di tensione da parte loro, ma possiedono le qualità per fare la voce grossa in campionato. Speriamo da martedì”.

La nostra diretta web a partire dalle 20.45.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *