Breaking News

“Sovversivi Madrid e l’Europa, non la Catalogna”

Barcellona – “La libertà e il diritto all’autodeterminazione non si fermano né con le minacce né con i carri armati: la libertà è un diritto naturale che che la Catalogna giustamente rivendica e che niente e nessuno gli potrà negare. Non sono i catalani ad essere sovversivi: sono Madrid, il governo Rajoy e la sempre più insulsa Unione Europea i veri sovversivi e antidemocratici, dal momento che stanno calpestando con la violenza il più elementare diritto di espressione del popolo catalano”.

Mara Bizzotto
Mara Bizzotto

Lo dichiara l’europarlamentare della Lega Nord Mara Bizzotto, commentando quanto sta avvenendo in queste ore a Barcellona e nel resto della regione iberica, che rivendica l’indipendenza dalla Spagna e che per domani ha indetto in proposito un referendum popolare. Madrid permettendo, dovremmo dire, perché si teme il peggio dato che il governo centrale intende impedire la consultazione con ogni mezzo e l’ha dichiarata illegale.

Purtroppo non mancano in queste ore episodi inquietanti: si parla di abusi governativi, la capitale catalana è sotto un mezzo assedio, con soldati in assetto di guerra, si minaccia di impedire il referendum con la forza, vi sono manifestazioni dei catalani, persino spari sui seggi, ed il clima è molto teso.

“Noi – continua quindi, nel suo commento, l’eurodeputata vicentina – stiamo e staremo sempre dalla parte del popolo catalano che chiede legittimamente di votare, in modo libero e democratico, sul proprio futuro e sulla propria indipendenza Purtroppo siamo di fronte ad una vergogna senza fine, sia da parte della Spagna, che sta scrivendo una delle peggiori pagine della democrazia occidentale, sia da parte dell’Unione Europea, che sta permettendo, con inusitata vigliaccheria, la sospensione dei diritti civili e la violenta repressione operate dal governo spagnolo. Il rifiuto di Bruxelles di fare da mediatore tra Madrid e Barcellona e le dichiarazioni contro il referendum catalano della Commissione europea rappresentano uno scandalo che grida vendetta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *