Bassano, suicidio sventato da operatore del 112

Bassano del Grappa – Una tragedia è stata evitata grazie alla tempestività ed alla professionalità dell’operatore della centrale operativa dei carabinieri di Bassano del Grappa che, questa notte, è riuscito a salvare un uomo di 59 anni, di Cassola, che aveva deciso di togliersi la vita.

L’uomo aveva chiamato il 112 poco dopo la mezzanotte, annunciando il suo proposito di farla finita. Tenendolo al telefono e cercando di farlo desistere, il militare è riuscito a farsi indicare il luogo dove l’uomo si trovava in quel momento, inviando così sul posto una pattuglia dei carabinieri dell’aliquota radiomobile di bassano.

L’uomo però ha chiuso poco dopo la conversazione. I carabinieri, appena giunti sul posto e non ricevendo alcuna risposta dal citofono, sono entrati nel giardino e attraverso le feritoie della tapparella hanno intravisto l’uomo in cucina, con in mano un coltello.

Dopo averlo rassicurato, sono riusciti a farsi aprire e a farsi consegnare l’arma. I motivi che hanno spinto l’uomo a tentare il suicidio, sarebbero riconducibili alla sua compromessa situazione economica e sentimentale. Ha riferito ai due carabinieri di essere stato lasciato bruscamente dalla sua ragazza, dopo un anno di relazione.

L’uomo, dopo i primi soccorsi da parte del personale medico del 118, necessari perché aveva assunto anche un cocktail di farmaci, è stato trasportato all’ospedale di bassano del grappa. Le sue condizioni non sono gravi, ma è stato comunque trattenuto in osservazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità