Provinciavicenzareport

Bassano sicura con i controlli di vicinato

Bassano del Grappa – Prosegue l’impegno del Comune di Bassano nel settore della sicurezza, con l’approvazione, nei giorni scorsi, di una nuova delibera di giunta relativa ai controlli di vicinato. “Lo scorso 29 maggio – ricorda l’assessore Angelo Vernillo, con delega alla sicurezza, – il prefetto di Vicenza, Umberto Guidato, e il sindaco di Bassano, Riccardo Poletto, hanno sottoscritto un protocollo di intesa proprio su questo tema, ed oggi proseguiamo nel nostro impegno. La sicurezza è percepita dai cittadini come un diritto primario e una componente indispensabile della qualità della vita, e la sensibilità nei confronti di questo tema è aumentata negli ultimi tempi”.

“É quindi necessario – ha spiegato l’assessore – giungere ad un sistema integrato, con iniziative atte a favorire la vivibilità del territorio e la qualità della vita, coniugando prevenzione, controllo e repressione, in un contesto di collaborazione interistituzionale all’interno del quale le istituzioni pubbliche e soggetti anche privati, ciascuno per la propria sfera di competenza, pongano in essere, in sinergia, attività idonee a fronteggiare i fenomeni che turbano l’ordinato vivere civile e generano insicurezza collettiva”.

Con il progetto relativo al controllo di vicinato l’amministrazione comunale intende valorizzare al massimo la collaborazione con i cittadini, che potranno fornire ogni informazione ritenuta utile ai fini preventivi e repressivi ed interloquire con le forze di polizia, anche mediante gli strumenti informatici.

“Il progetto Bassano sicura – ha aggiunto Vernillo – mira ad incrementare le condizioni di sicurezza di alcune zone, valorizzando percorsi di cittadinanza attiva e di partecipazione diretta dei cittadini alla cura del territorio, nell’ottica di accrescere la percezione di sicurezza e la fiducia nelle istituzioni, seguendo le direttive e le indicazioni che il prefetto e le altre autorità competenti riterranno di fornire”.

La giunta comunale, dal canto suo, si impegna a promuovere campagne di sensibilizzazione nei confronti dei cittadini, ad implementare gli impianti di videosorveglianza in aree individuate d’intesa con i rappresentanti dei locali presidi di sicurezza, anche attraverso mirati progetti di aggiornamento e implementazione dei sistemi esistenti, e ad attivare una specifica formazione per i gruppi di cittadini che, nei vari quartieri, collaboreranno in maniera fattiva al progetto. Tre saranno i quartieri cittadini dove partiranno le attività: San Marco, San Michele e San Vito.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button