Arzignano, il Tar respinge ricorso dell’ex assessore

Arzignano – Il Tribunale amministrativo regionale del Veneto ha respinto il ricorso presentato dall’ex assessore del Comune di Arzignano, Samuel Guiotto, contro la revoca del suo incarico in giunta. 
Nell’ordinanza in cui il ricorso viene respinto, il Tar rileva come il provvedimento impugnato non sia immotivato come invece sosteneva Guiotto, tenuto conto anche dell’elevato tasso di discrezionalità che connota la decisione del sindaco di revocare una carica assessorile.

Giorgio Gentilin
Giorgio Gentilin

“Non posso che ricevere con somma soddisfazione la pronuncia del Tar del Veneto – ha commentato il sindaco di Arzignano, Giorgio Gentilin. – Il Tribunale amministrativo regionale ha confermato ciò che era ovvio, ovvero che il primo cittadino ha la massima discrezionalità nell’assegnare le deleghe in giunta, come pure di revocarle laddove le condizioni lo imponessero. Ritengo il ricorso dell’ex assessore Guiotto pretestuoso, ed un penoso tentativo di mantenersi ad ogni costo attaccato alla caregheta”.

Samuel Guiotto
Samuel Guiotto

Ricordiamo che tutto era iniziato agli inizi dello scorso mese di maggio, quando Gentilin aveva revocato l’incarico a Guiotto, motivando la scelta con il fatto che quest’ultimo aveva assunto la carica di presidente del Comitato genitori del locale Istituto scolastico comprensivo 1, carica che Gentilin aveva considerato incompatibile con l’impegno nella giunta comunale.

A fine giugno poi, l’ex assessore aveva fatto ricorso al Tar contro il provvedimento del sindaco, dicendosi convinto che non vi fosse incompatibilità fra la nomina a presidente di un comitato genitori ed il suo ruolo di assessore. Ricorso ora respinto dai giudici amministrativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità