Valdagno, Lamorivostri chiude Femminile Singolare

Valdagno – Volge al termine, a Valdagno, la settima edizione della rassegna Femminile Singolare che, venerdì 4 agosto, alle 21, nel Cortile di San Lorenzo, porterà sul palco il trio Lamorivostri, composto da Lavinia Mancusi, Monica Neri e Rita Tumminia.

“Tre voci – spiegano gli organizzatori -, tre modi di essere artiste, tre sguardi sul mondo della musica tradizionale, da quella italiana alle sonorità rom, dalla canzone d’autore alla poesia popolare fino alle composizioni originali. È questo il nuovo progetto Lamorivostri, che dà voce e musica al repertorio tradizionale, ma allo stesso tempo unisce le diverse esperienze artistiche delle tre componenti. Ne esce un viaggio musicale intenso ed originale, dove la creatività prende forme ed espressioni diverse, dove contaminazione e tradizione camminano insieme unendosi in una nuova ed originale proposta che contraddistingue questo trio.

“Quello del trio Lamorivostri è un viaggio musicale di donne che rivivono nella poesia popolare, dove Rosabella Harbreshe di Sicilia rappresenta l’immagine di una ragazzina che si vede già grande, che ama come la Cecilia, come la Baronessa di Carini, come una sposa, come chi aspetta l’amore che viene, come chi subisce l’amore perduto. Emblematico è il significato del senso di libertà di queste donne che hanno ispirato questo progetto musicale. Rosabella, che dà il nome al lavoro discografico, è stato presentato all’Auditorium Parco della Musica di Roma, selezionato al premio targhe Tenco 2015 nella sezione dialetto, selezionato al premio Alberto Cesa 2016 per Folkest. Ha poi ricevuto il Premio Andrea Parodi 2016”.

Quanto alle protagoniste, Lavinia Mancusi, una voce di grande talento, ha collaborato con Nando Citarella. È solista nella Takadum orchestra e nella Med free orchestra. Il suo lavoro discografico Semilla la rivela una delle voci più apprezzate nel panorama romano. Svolge attività artistica sia in Italia che all’estero. Nel 2015 è stata la voce del tour corde di Alessandro Mannarino.

Monica Neri invece è compositrice polistrumentista. Si è dedicata allo studio e alla ricerca sul campo della musica di tradizione orale nel centro e nel sud Italia (Lazio,Calabria,Puglia, Campania, Sicilia). Ha studiato armonia e analisi jazz al conservatorio Stanislao Giacomoantonio di Cosenza, ha collaborato fino al 2012 con Ambrogio Sparagna intraprendendo una intensa attività artistica sia in Italia che all’estero. Ha fatto parte dell’orchestra Notte della taranta di Melpignano e dell’orchestra popolare Italiana Parco della Musica di Roma. È organetto solista nell’ensamble di Roberto Billi, voce storica dei Ratti della Sabina.

Rita Tumminia, infine è organettista di uno dei gruppi storici del folk italiano Acquaragiadrom, si è dedicata allo studio del repertorio zingaro e alle sonorità balcaniche approfondendo le tecniche esecutive sull’organetto. Vanta collaborazioni d’eccellenza con Nando Citarella, Gogol bordello, Piero Pelù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *