sabato , 16 Ottobre 2021

Thiene, dai furti biciclette al fanatismo islamico

Thiene – Ladri di biciclette piuttosto attivi, a Thiene, in questo mese di agosto che si avvia al termine. Ladri che però non l’hanno fatta franca, e dopo un po’ sono stati individuati e denunciati dalle forze dell’ordine. In particolare la Polizia locale del Nordest vicentino ne ha scoperti tre, restituendo rapidamente ai loro proprietari i mezzi a due ruote, spesso molto costosi. Una “chicca”, forse un segno dei tempi, merita di essere subito segnalata, ed è il fatto che uno dei ladruncoli catturati, dopo essere stato interrogato, alla consegna dei verbali, ha firmato anteponendo al suo nome la scritta in arabo “Allah u Akhbar” e, per farla meglio comprendere, in uno di essi ha aggiunto la traduzione in italiano “Dio è grande”.

Una moda che si è fin troppo diffusa in certi ambienti? Un mitomane un po’ esibizionista? Oppure, la cartina di tornasole di una guerra dichiarata, esplicita, più diffusa di quanto si creda e che ormai non ci si preoccupa nemmeno di condurre di nascosto? Il nostro “eroe” è un uomo di nazionalità marocchina, di 40 anni, che girava per la città su una bicicletta rubata ad un pensionato. La polizia locale lo ha pizzicato in via Dante, a bordo della bici in questione, subito riconosciuta grazie alla punzonatura antifurto. Il marocchino è stato denunciato per ricettazione.

Per quanto riguarda gli altri episodi di furti, la polizia locale thienese ha trovato il responsabile della scomparsa di due bici, una delle quale elettrica, del valore complessivo di cinquemila euro, rubate in una casa di via Masere. Le bici si trovavano in un capannone non lontano dalla casa che era stata teatro dei furto. Dalle immagini della videosorveglianza è stato identificato come responsabile un uomo 28enne, F.C., di origine albanese ma residente a Sarcedo. L’uomo è stato anche perquisito e trovato in possesso di vari strumenti da scasso: tenaglia, tronchesino, chiave inglese, ecc. E’ stato denunciato per il furto delle biciclette e per il porto di oggetti atti allo scasso.

Infine, sempre a Thiene, in via Monte Grappa, proprio nel giorno di Ferragosto, approfittando del fatto che le strade erano deserte per la festività, un individuo si è introdotto in una abitazione rubando una bicicletta da corsa marca Campagnolo, del valore di 1.200 euro. Anche in questo caso il ladro è stato individuato grazie alle immagini dell’impianto di videosorveglianza. La denuncia è così scattata per E.K.,  23enne residente a Thiene ma originario della Costa d’Avorio. Anche lui è stato sorpreso da una pattuglia della polizia locale mentre, in sella alla bicicletta rubata, stava percorrendo le vie del centro di Thiene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità