Vicenza in Lirica: “Portare i giovani a teatro”

Vicenza – Avvicinare i giovani, anche quelli… che non diresti, alla bellezza dell’opera lirica. E’ quanto si prefigge Andrea Castello, direttore artistico del festival “Vicenza in Lirica”, che per altro prenderà il via a fine agosto. Intanto però Castello prova a proporre la musica classica anche in un ambiente dove di solito si ascolta un genere musicale diverso,  quello della notte e delle discoteche. Ed è nata così una collaborazione con Carlo Tessari, in arte Madame SìSì, che si concretizzerà con la consegna di tredici borse di studio o meglio “borsette di studio” come le chiama Madame SìSì, da consegnare a tutti gli interpreti de “L’Orfeo” di Monteverdi in scena al Teatro Olimpico di Vicenza il 6 e 7 settembre.

“Un rapporto di collaborazione – spiega in una nota il direttore di Vicenza in Lirica – che vuole tramutarsi in un vero e proprio dialogo con i giovani, tramite la discoteca. Per questo si cerca di sensibilizzare i giovani e di portarli al Teatro Olimpico offrendo loro biglietti del tutto vantaggiosi. L’idea, che potrebbe evolversi negli anni, è partita proprio durante una serata nel locale di Madame SìSì, a Desenzano, dove si è visto emozionarsi la maggior parte dei giovani nel momento in cui la Drag Queen più famosa del nord Italia ha rivolto un ricordo alle persone care facendo ascoltare la celebre Ave Maria attribuita a Caccini e coreografata, in quell’occasione, da una scuola di danza classica”.

“Il risultato ottenuto – continua la nota – è stato immediato: giovani senza parole, occhi pieni di emozione, pochi elementi che hanno fatto nascere il desiderio di comunicare a questo pubblico il mondo di emozioni che il teatro può trasmettere. Per l’occasione dunque un gruppo di giovani frequentatori della nota discoteca parteciperà allo spettacolo presso il Teatro Olimpico che sarà loro anticipato da alcuni artisti proprio presso il noto Artclub Musical Theatre di Desenzano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *