L’Hotel Adele, in via Medici, a Vicenza...
L’Hotel Adele, in via Medici, a Vicenza...

Profughi, Forza Italia: “Si pensi anche a via Medici”

Vicenza – “Il sindaco Variati interviene sull’hub di via Catalani, oggetto di una petizione di cittadini, e il prefetto di Vicenza alleggerisce il carico spostando i richiedenti asilo di troppo. Perché  Variati non lo ha richiesto anche per via Medici?” Se lo domanda il commissario provinciale di Forza Italia Matteo Tosetto, portando l’attenzione su una situazione già denunciata da tempo dal suo partito a proposito di via Medici, a Vicenza, dove decine di richiedenti asilo alloggiano in un noto hotel della città.

“Mi domando perché le attenzioni del sindaco siano solo su via Catalani – si chiede Tosetto – Forse perché si è trattato di una rivolta di residenti seguita da un consigliere di punta della maggioranza? Variati si dovrebbe ricordare che è sindaco di tutta la città, anche di via Medici, e che i cittadini di San Bortolo non sono cittadini di serie B. Anche i cittadini di via Medici hanno raccolto firme da mesi, hanno presentato petizioni, ma all’hotel Adele non c’è stato lo stesso intervento”.

“La verità – aggiunge Tosetto – è che la situazione in città e nei quartieri è completamente sfuggita di mano. Come Forza Italia riteniamo che Vicenza non possa accogliere più nessuno fintanto ché non sia chiarita la posizione dei richiedenti asilo presenti. Il livello di insicurezza percepita dai vicentini è allarmante: spaccio, accoltellamenti, prostituzione. Ha ragione il presidente della Confcommercio Sergio Rebecca a chiedere che si intervenga presto, ma io aggiungo che bisogna intervenire in modo drastico, perché altrimenti è veramente troppo tardi. A nostro modo di vedere le cose, in situazioni come quelle che vediamo troppo spesso a Campo Marzo, Giadini Salvi e a Parco Querini, ci vuole al più presto l’invio di militari in forze in appoggio alle forze dell’ordine”.

Dal Variati, infine, Forza Italia vuole sapere il numero esatto dei  richiedenti asilo alloggiati e ospitati in città, quali sono i luoghi e gli appartamenti in cui si trovano queste persone, e dove sono stati trasferiti i 30 richiedenti asilo spostati da via Catalani. Ed ancora, quali controlli vengono fatti per certificare le cooperative sociali che gestiscono questo business. Tosetto ha anche annunciato che i consiglieri comunali di Forza Italia stanno preparando altre interrogazioni sull’argomento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *