Provinciavicenzareport

Sequestro da 100 mila euro per evasione fiscale

Camisano Vicentino – Due imprenditori di origine cinese, operanti a Camisano Vicentino, nei guai per evasione fiscale. Usavano fatture false autoprodotte e intestate a un ignaro connazionale. La Guardia di Finanza di Vicenza ha per questo operato nei loro confronti un sequestro preventivo, disposto dal giudice per le indagini preliminari di Vicenza in relazione a indagini della locale Procura della Repubblica.

Il sequestro ha riguardato somme di denaro giacenti su conti correnti, per oltre 98 mila euro, intestati ad una donna, L.L., di 37 anni, titolare di una ditta individuale con sede a Camisano, e al al suo compagno, Y.Z. di 42 anni, titolare di un’altra ditta individuale sempre con sede a Camisano, entrambi denunciati per dichiarazione fraudolenta.

Sequestrata anche una autovettura, con il cui valore si è raggiunta la somma dell’imposta complessivamente evasa, circa 102 mila euro. Il compagno della donna è indagato anche in un ulteriore procedimento della Procura di Vicenza, sempre per evasione fiscale, nell’ambito del quale le Fiamme Gialle beriche hanno rilevato una evasione di imposte per 85 mila euro.

“L’intera vicenda – spiega la Guardia di Finanza in una nota – nasce da due distinte verifiche fiscali nei confronti di altrettante ditte individuali operanti nel settore della fabbricazione di articoli da viaggio, borse, pelletteria e selleria, all’esito delle quali, i rispettivi titolari di origine cinese, sono stati segnalati alla Procura della Repubblica perché, per evadere le imposte, avevano indicato nelle dichiarazioni dei redditi costi fittizi relativi a fatture formalmente intestate a un ignaro imprenditore, sempre di origine cinese, operante a Firenze. La registrazione fraudolenta di questi documenti fiscali aveva  permesso alle due ditte vicentine di dedurre costi per circa 365 mila euro e di beneficiare di un’indebita detrazione Iva per circa 80 mila”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button