Arte, Cultura e Spettacoli

Vicenza, “Teatro in centro” al rione Barche

Vicenza – Prosegue  a Vicenza “Teatro in centro”, nell’ambito della rassegna “S-centrati”, curata da La Piccionaia, che proporrà per un week end lungo, fino a domenica 30 luglio, alcuni tra i nomi di spicco della scena contemporanea, nazionale e internazionale, in uno dei contesti più belli e suggestivi del centro storico vicentino, il medievale quartiere delle Barche. Venerdì 28 luglio, alle 21.15, toccherà alla compagnia tosco napoletana dei Sacchi di sabbia salire sul palcoscenico allestito sotto le cinquecentesche logge dell’antica conceria di Vicolo Cieco Retrone, con il suo nuovo spettacolo dal titolo “Dialoghi degli dei”. L’iniziativa si inserisce nella rassegna “L’estate a Vicenza 2017” promossa dall’Assessorato alla Crescita del Comune di Vicenza.

“Affacciato sul fiume Retrone e adiacente all’antico porto fluviale di Vicenza – scrive La Piccionaia in una nota -, il medievale rione delle Barche è uno dei più antichi della città. Gli stretti vicoli, le abitazioni tipicamente popolari, l’antico Ospitale di San Valentino dove i mercanti, i barcaioli e i mendicanti trovavano ricovero per notte, la piazzetta che un tempo ospitava gli orti sull’argine: un quartiere ancora poco conosciuto eppure ricco di storia, che venerdì farà da teatro alla travolgente ironia che la pluripremiata compagnia pisana dei Sacchi di sabbia ha fatto diventare la propria cifra stilistica”.

“L’irriverente formazione composta da Gabriele Carli, Giulia Gallo, Giovanni Guerrieri, Enzo Illiano e Giulia Solano, diretta da Massimiliano Civica, si immergerò nelle atmosfere politeiste dell’omonima opera dello scrittore greco di origini siriane Luciano di Samosata, nato nel 125 dc.: un divertissement letterario nel quale l’autore, attingendo al patrimonio del mito, offre una rappresentazione originale, ironica e sorprendentemente quotidiana della cosmogonia classica. Gli scontri tra Zeus e Era, le continue lagnanze per le malefatte di Eros, i pettegolezzi tra Dioniso, Ermes ed Apollo sono una serie di deliziose miniature, cesellate in un fraseggio agile e arguto, che i Sacchi di Sabbia, nei panni di una maestra e due scolaretti in calzoncini corti alle prese con un’interrogazione sugli dei dell’Olimpo, rendono esilarante anche dopo duemila anni.

E prima dello spettacolo, nelle giornate di venerdì, sabato e domenica, ci sarà anche connubio tra musica e teatro: si parte infatti venerdì 28 con il primo dei concerti-aperitivo di “L’Avant-Spectacle”, l’iniziativa nata dalla collaborazione artistica tra La Piccionaia e il Nuovo Bar Astra che anciperà ciascuno spettacolo con un esibizione musicale live nello storico locale di Gianluca Moretto. Ad inaugurare il palco di Piazzetta Falluja saranno alle ore 19 i Delirium tremens, formazione composta da Diego Bolognese (violino), Emanuele Marchi (violino) e Penelope Mitsikopoulos (contrabbasso), che si esibiranno in classici del rock (e non solo) rivisitati in chiave classica. Info e biglietti: info@teatroastra.it, www.teatroastra.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button