martedì , 22 Giugno 2021

Vicenza, perché è inquinata la Roggia Caveggiara?

Da Liliana Zaltron, consigliere comunale a Vicenza per il Movimento 5 Stelle, riceviamo e pubblichiamo.

*****

Vicenza – Alcuni giorni fa la stampa locale riportava, con enfasi, la questione dell’inquinamento della Roggia Caveggiara, a Cà Balbi, a Vicenza. Sulle cause si avanzavano alcune ipotesi: dal mancato allacciamento al depuratore di una zona del quartiere di Bertesinella alla fuoriuscita di liquame dalla fognatura per cause non ancora accertate. Inoltre si precisava più volte, che Acque Vicentine è impegnata nel verificare gli sfioratori.

Purtroppo, per l’ennesima volta, i controlli  sono postumi e non preventivi, ovvero si predilige sempre agire dopo il fatto anziché prima, con interventi di prevenzione del fenomeno. Non riteniamo che si tratti di incompetenza dell’azienda, in quanto ci risulta che, all’interno della stessa, siano presenti risorse competenti in materia. Si potrebbe trattare invece di inefficienza, di mancata programmazione, o che altro?

Ricordiamo che i cittadini di Vicenza dotano l’azienda di capacità economiche non indifferenti. Il controllo degli sfioratori, in una fognatura mista, cioè dedita alla raccolta delle acque nere e di quelle meteoriche nel medesimo tubo, è un atto dovuto a seguito dell’assegnazione del Servizio idrico integrato. Non è pensabile che esistano sfioratori che entrano in funzione, cioè che scaricano liquame, anche in tempo secco.

E’ il caso degli sfioratori di Cà Balbi? Per il momento non si sa, e anche questo non è un buon segnale. Ma per avere maggior cura nella gestione del Servizio idrico integrato in Comune di Vicenza cosa si deve fare? Cambiare i vertici aziendali, presidente, cda e direttore?

Liliana Zaltron – Movimento 5 Stelle Vicenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità